Quantcast

Da Legnano a Saronno: la decima tappa di “VA in giro” tra aironi, mulini e mughetti

Roberto Morandi e Gea Somazzi pedalano in bici fra mulini e mughetti per questa tappa di 20 km, dove le aree boschive e coltivate rappresentano una risorsa per chi vi abita

Castello Legnano

Giunti a Legnano mercoledì, nella giornata di giovedì riprendiamo la strada in direzione di Saronno. Un percorso nel cuore dell’alta pianura, molto industrializzata e abitata. Proprio per questo, però, le aree boschive e coltivate (più numerose le prime) rappresentano una risorsa per chi ci abita.

A pedalare oggi saranno due giornalisti del gruppo V2 media: il nostro ormai celebre Roberto Morandi di VareseNews e Gea Somazzi di LegnanoNews.

Qui potete scaricare la traccia in GPX, KML e FIT

La diretta

Ore 15.00 – Saluti e ultime dritte per i ciclisti

Ultima nota sul percorso finale per arrivare a Saronno: dalla cascina Girola, con la sua chiesetta in mattoni, abbiamo proseguito su una strada secondaria che conduce fino in fronte al santuario di Saronno e di qui – usando il piccolo boulevard pedonale – al cors Italia e alla centrale piazza Libertà. L’ultimo tratto ha ben quattro diversi sottopassi (autostrada, circonvallazione, ferrovia, strada urbana) ma tutti in sicurezza, uno con sottopasso ciclabile distinto, uno solo pedonale, uno su largo marciapiedi.

Ore 14.40 – L’arrivo a Saronno con Roberto Volpi 

Eccoci in centro a Saronno. Qui troviamo Valentina Rizzo di SaronnoNews, che accompagna Roberto Volpi del gruppo “Camminare insieme… a Saronno” nato nel settembre 2019.

“Camminare nei boschi in gruppo, in sicurezza, fare aggregazione” sono le parole d’ordine che cita. 872 iscritti da Saronno e tutto il circondario (che vuol dire quattro province), con una certa prevalenza dei camminatori di Gerenzano. “C’è sempre una guida che conosce bene i percorsi, dal parco Lura al parco delle Groane, dai Mughetti fino alla pinetina di Appiano da Mozzate”.

Un gruppo di amici affiatato, con camminate al sabato e alla domenica, ma anche con la notturna del mercoledì, con percorsi di 8-10 km.

Ore 14.00 – Presentiamo Legambiente Parabiago
L’ultimo tratto nel Parco dei Mughetti ci porta nel piccolo bosco attraversato dal fontanile San Giacomo a Gerenzano.

Claudio De Agostini di Legambiente Parabiago ci ha accompagnato fino a qui: ci racconta le iniziative del circolo, in particolare Bici Ti Amo, promossa con le Fiab di Canegrate e Legambiente Nerviano, con il patrocinio di diversi comuni.

Ore 13.30 – Si pedala fra le cascine

Proseguiamo ora sulla direttrice delle cascine, sempre sulla dorsale del sentiero principale del Parco dei mughetti. Passando da Cascina Leca torniamo brevemente su asfalto e alla cascina Girola deviamo verso l’antica cascina del soccorso, cresciuta intorno a una chiesa cinquecentesca, un tempo monastero.

Ore 13.00 – Seguendo la cartellonistica

Il Parco dei Mughetti ha una sua rete di percorsi, marcati con segnaletica a cartelli bianco rossi “tipo Cai”. A questo “si aggiunge una serie di cartelli di percorsi di tipo sportivo installati dalle associazioni sportive molto attive soprattutto a Uboldo”.

Ore 12.30 Nel Parco dei Mughetti fra ingegneri e picchi

Paolo Zaffaroni, ingegnere e ambientale, tecnico dell’ufficio del Parco dei Mughetti, che dipende dal Comune di Origgio.

Istituto nel 2013, il parco si estende per 1500 ettari tra Uboldo, Origgio, Cerro Maggiore e Gerenzano: “Insieme al Parco Lura è il più meridionale di tutta la serie di Parchi Sovracomunali lungo l’asse dell’Olona verso Varese”, ci racconta mentre canta il picchio nero.

Ore 12.00 – Si prosegue fra i campi 

Lasciata la Greeway dell’Olona abbiamo attraversato San Vittore Olona (primo tratto su ciclabile) e Cerro Maggiore, sulle vie urbane ma non a traffico intenso. Siamo passati anche dalla piccola chiesa di Santo Stefano al Lazzaretto con affreschi.

Da Cerro si prosegue tra i campi superando la autostrada A8 su cavalcavia, fino alla Cascina Regusella, con chiesetta. Poco oltre la cascina entriamo nei sentieri del Parco dei Mughetti.

Ore 10.45 – Api in città

L’associazione “Green in Town” promuove progetti di apicoltura urbana, riforestazione e tutela ambientale. Le casette delle api sono state disegnate dai bambini che frequentano i centri di aggregazione di Mazzafame e Canazza del Comune di Legnano e porteranno un tocco di colore in mezzo al verde dell’Isola del Castello.

Ore 10.00 – Con la sindaca di San Vittore Olona, Daniela Rossi, alla scoperta del Mulino Meraviglia

Una struttura del 1606, ma con testimonianze che lo collocano già nel 1200, che ancora preserva le componenti originarie del 1600. Rimasto operativo fino agli anni ’80 del secolo scorso, lo scopriamo con la sua proprietaria Giovanna Meraviglia

Ore 9.45 – Birdwatching al Parco Castello

Maurizio Finocchiaro, volontario del Parco dei mulini ed ex responsabile dell’Ufficio ambiente del Comune di Legnano, ci mostra l’area umida del Parco Castello: il piccolo stagno non è solo un elemento del paesaggio ma una oasi di biodiversità.
“Una coppia di aironi cinerini da tre anni ha fatto il nido su un ontano nero. Dopo questa prima coppia abbiamo contato negli ultimi anni tre anni. L’autore cinerino è un animale degli ardeidi: sono dei predatori, si cibano di pesci, dei gamberi della Louisiana che sono infestanti è purtroppo anche dei piccoli anatroccoli”.

L’insediamento degli aironi è una prova del miglioramento della qualità delle acque, con l’aumento della presenza di pesci. L’avifauna comprende anche anatre, oche, un singolo gallo. In acqua ci sono anche un luccio e uno storione.

Ore 9.15  – La partenza e l’incontro con gli altri protagonisti

Siamo ospiti di LegnanoNews, città del castello. Fra ostacoli da superare e il riepilogo della settimana, il nostro Roberto Morandi ci racconta la tappa di oggi e i protagonisti, mentre si inizia ad imboccare la strada per Saronno. Passeremo dal Parco dei Mughetti con Valeria Arini, Gea Somazzi, Maurizio Pinocchiaro, ex responsabile ufficio ambiente del Comune di Legnano e oggi molto impegnato nella valorizzazione della città, e i membri di FIAB Canegrate e Legambiente Parabiago.

“Gli scoiattoli qui sono molto disponibili”, ha commentato Roberto mentre come un giovane Holden si chiede dove vadano le anatre di Parco Castello d’inverno.

I protagonisti della tappa

Roberto Morandi,  giornalista di VareseNews, è anche un gran appassionato di bicicletta e di storia.

Generica 2020

Gea Somazzi giornalista di Legnanonews

Generica 2020

Seguite la tappa live sulle nostre pagine

FACEBOOK: https://www.facebook.com/vaingiro

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/vaingiro/

di redazione_varesenews@varesenews.it
Pubblicato il 05 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore