Quantcast

Parabiago, 15mila euro nel piano di diritto allo studio per portare gli studenti al Museo Explora di Roma

L'attività didattica prevede una gita di due giorni a Roma con viaggio in treno, durante la quale gli studenti visiteranno il museo Explora e la città

zaino scuola

Contributo extra da 15mila euro al piano di diritto allo studio di Parabiago: i fondi serviranno a portare i giovani studenti delle classi quinte della scuola primaria ad Explora, il Museo dai Bambini di Roma, per offrire ai piccoli parabiaghesi un’esperienza didattica che «intende stimolare il ragionamento, la conoscenza e l’intelligenza attraverso l’interazione».

Il semaforo verde è arrivato nei giorni scorsi grazie ad una delibera di giunta che ha integrato i fondi destinati al piano di diritto allo studio, inserendosi nel solco di scelte simili già portate avanti in precedenza da Piazza della Vittoria, che anche in passato a fine anno a fine hanno ha investito risorse economiche prelevate dal fondo di riserva per la formazione dei giovani parabiaghesi. «Le risorse economiche dalle quali abbiamo attinto – spiega il sindaco Raffaele Cucchi -, se non spese, andrebbero accantonate, quando invece investirle per i nostri ragazzi diventa un’opportunità di formazione e crescita per loro, ma anche per la città che li vedrà adulti impegnati nella vita comunitaria».

L’attività didattica, pensata per gli studenti degli istituti comprensivi di via IV Novembre e di viale Legnano e per la scuola paritaria Ida e Felice Gajo, prevede una gita di due giorni a Roma con viaggio in treno, durante la quale gli insegnanti, e probabilmente lo stesso primo cittadino, li accompagneranno nella visita al museo Explora e alla città di Roma.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore