Quantcast

Autobus “incastrato” alla rotonda di via Sant’Anna a Parabiago: «Nessuna modifica, manovra errata»

Interrogazione del Partito Democratico sulla rotatoria di via Sant'Anna dopo che nei giorni scorsi un autobus è rimasto "bloccato" nel tentativo di percorrere la rotonda

rotatoria via sant'anna parabiago

La rotonda tra via Sant’Anna e via Matteotti a Parabiago finisce ancora una volta sul banco degli imputati. Nei giorni scorsi, infatti, un autobus è rimasto “incastrato” nel tentativo di percorrere la rotonda, come a gennaio era già successo ad un camion, e il Partito Democratico ha deciso di portare la situazione dello snodo viabilistico vicino alla stazione tra i banchi del consiglio comunale chiedendo conto all’amministrazione della modifica al progetto apportata a gennaio, dei costi e dell’eventuale intenzione di mettere mano nuovamente all’opera dopo il recente episodio.

«Lo scorso 17 novembre si è evidenziato un grosso problema viabilistico a causa di un autobus autoarticolato che non è stato in grado di percorrere la rotatoria verso via Sant’Anna e si è bloccato in mezzo alla rotatoria, causando la paralisi del traffico sulla via Matteotti da e per il centro città – ha sottolineato Ornella Venturini, capogruppo dei Dem -. Già in precedenza lo scorso 22 gennaio era avvenuto un episodio simile che ha visto coinvolto un camion autoarticolato ed anche in quel caso il traffico è rimasto bloccato a lungo. A seguito dell’episodio di gennaio l’amministrazione è stata costretta a procedere ad una modifica dell’ampiezza della rotonda».

Se dopo il primo “imprevisto” c’era effettivamente stata una revisione, però, l’episodio dei giorni non comporterà altre modifiche dal momento che è stato causato da un errore di manovra del conducente. «La rotatoria era stata studiata secondo le normative regionali di riferimento e collaudata per il trasporto pubblico locale già nella sua prima versione tramite un apposito sopralluogo con i protagonisti del trasporto pubblico locale e della mobilità pesante che transita in quel luogo – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici Dario Quieti rispondendo all’interrogazione -. Nonostante ciò abbiamo rilevato delle criticità e siamo intervenuti con una modifica che ha comportato costi per 1.977 euro. Da febbraio, però, non ci sono stati altri problemi, anche a seguito di ulteriori verifiche legate al trasporto pubblico locale. Nei giorni scorsi un’evidente manovra errata ha causato la problematica in questione, ma l’amministrazione non ha intenzione di modificare ulteriormente la rotatoria».

Non sono ancora definite, invece, le tempistiche per la fine dei lavori alla rotonda, avviati nell’ambito di un più ampio intervento di restyling dell’area della stazione incentrato sulla realizzazione di un piazzale destinato ai pedoni largo poco più di otto metri con riduzione della carreggiata destinata al passaggio dei veicoli e relative modifiche alla viabilità con l’istituzione del senso unico per il traffico da via XXIV Maggio a via Matteotti e la realizzazione di una rotatoria per l’innesto del traffico su quest’ultima arteria stradale, la realizzazione di una serie di attraversamenti pedonali rialzati per rendere più sicura la strada visto l’intenso passaggio di pedoni e di una pista ciclabile che colleghi la velostazione di via XXIV Maggio al piazzale della stazione.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore