Quantcast

Giornata delle vittime della strada, a Parabiago un’installazione per simulare un incidente

Per la Giornata mondiale per il ricordo delle Vittime della strada Parabiago porterà in piazza della Vittoria un'installazione che simula un sinistro tra due auto e una moto

comune parabiago

Domenica 21 novembre è la Giornata mondiale per il ricordo delle Vittime della strada, ricorrenza istituita nel 2005 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per richiamare l’attenzione sul dramma degli incidenti stradali e per ricordare ad istituzioni e cittadini la responsabilità collettiva di questa “guerra silenziosa”. Per stimolare, nella popolazione, riflessioni sul rischio di incidentalità quando si è alla guida di un mezzo, sabato 2o e domenica 21 Parabiago – che l’anno scorso aveva girato per l’occasione un cortometraggio con la collaborazione di familiari e amici di Pietro e Bianca, i due ragazzi morti a 20 anni il 2 agosto 2020 in un tragico scontro sul Sempione – porterà in piazza della Vittoria, all’ingresso del comune, un’installazione che simulerà un sinistro stradale tra due auto e una moto.

«Richiamare le persone al rischio di incidentalità quando si è alla guida di un mezzo – sottolinea il sindaco Raffaele Cucchi – è una campagna di presa di coscienza di cui non ci stancheremo mai di parlare. Anzi, rendere visibile l’impatto di un sinistro, sicuramente scuote gli animi e aiuta tutti noi, utenti della strada, a riflettere sull’importanza di mantenere un corretto atteggiamento e il rispetto del codice stradale. Un ringraziamento alla Rovellese Rottami che ha fornito gratuitamente i mezzi incidentati e permesso di realizzare l’installazione».

«Ricordiamo sempre – aggiunge l’assessore alla sicurezza Barbara Benedettelli – che le regole stradali sono nate per tutelare ogni utente della strada e vanno rispettate. Guidare guardando il cellulare, per esempio, è una delle maggiori cause di distrazione e incidentalità. Così come la velocità elevata, i sorpassi azzardati, le inversioni di marcia non consentite, il non rispetto dei segnali di stop e precedenza ecc.. Molto pericoloso è guidare sotto l’effetto di droghe o di alcool, per questo motivo, quest’anno, ci piacerebbe proporre un incontro rivolto a chi deve prendere la patente, con la collaborazione di una scuola guida, che faccia sperimentare loro la guida in uno stato alterato. Fare esperienza in luogo e modalità sicuri, incide sicuramente più di molte parole».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 17 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore