Quantcast

Rescaldina, via libera al progetto per un’isola ecologica in via Balbi

Con la nuova isola ecologica il comune punta a migliorare la situazione di un'area dove il problema dei rifiuti è stato spesso al centro di polemiche da parte dei residenti

isola ecologica via balbi rescaldina

Semaforo verde per il progetto che prevede la realizzazione di un’isola ecologica in via Balbi a Rescaldina, area che negli ultimi anni è finita a più riprese nell’occhio del ciclone proprio per le criticità denunciate dai residenti rispetto alla raccolta dei rifiuti e alla pulizia della strada. Nei giorni scorsi la giunta guidata dal sindaco Gilles Ielo ha infatti dato il via libera alla creazione di un’area pubblica per il conferimento della spazzatura, e ora ai residenti non resta che aspettare i tempi tecnici necessari a dare corpo al progetto.

L’obiettivo di Piazza Chiesa, attraverso la nuova isola ecologica, è quello di migliorare il decoro dell’area verde dove i cittadini depositano i sacchi dell’immondizia per la raccolta porta a porta, migliorando in questo modo la tutela ambientale a 360° gradi dal momento che lo spazio utilizzato per il conferimento nelle vicinanze del civico 55 è inserito in un’area verde. Obiettivo per il quale gli uffici hanno messo in preventivo la realizzazione di una piastra in calcestruzzo coperta con una struttura prefabbricata e il posizionamento di una fontana in prossimità del parco giochi che si trova lì accanto, per un costo complessivo di poco più di 13.500 euro. A questi lavori si aggiungeranno in un secondo momento delle barriere di mitigazione a carico del gestore del servizio di igiene urbana.

Nei mesi scorsi per l’area “incriminata” di via Balbi era arrivata più di una protesta da parte dei residenti, sia in relazione alle sanzioni recapitate per non aver esposto correttamente in base al calendario i sacchi dell’immondizia, sia per il mancato spazzamento della strada, e in ognuna di queste occasioni i cittadini avevano ribadito la richiesta di quell’isola ecologica per la quale a causa della pandemia le attese sono state più lunghe del previsto ma che ora diventerà realtà. Anche il consiglio comunale aveva affrontato quello che per il paese è un problema di vecchia data grazie ad un’interrogazione del centrodestra: allora l’amministrazione aveva sottolineato che l’isola ecologica aiuterà nella gestione del problema ma non potrà fare miracoli fino a che il conferimento dei rifiuti non verrà effettuato secondo le regole.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore