Quantcast

Mortalità nel Legnanese, a maggio 18% in meno di decessi rispetto al 2020

Nei primi cinque mesi dell'anno nel nostro territorio è stata registrata una mortalità complessiva inferiore del 15,1% rispetto allo stesso periodo del 2020

istat

A maggio negli undici comuni del Legnanese ci sono stati in tutto 156 decessi, il 17,89% in meno rispetto ai 190 registrati nello stesso mese dell’anno nel 2020, quando i numeri erano comunque già in diminuzione rispetto ai mesi precedenti, con la prima ondata della pandemia che iniziava ad affievolirsi e l’Italia che si preparava alle riaperture dopo il lockdown. Nei primi cinque mesi dell’anno nel nostro territorio è stata registrata una mortalità complessiva inferiore del 15,1% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Il quadro emerge dai dati sulla mortalità relativi al mese di aprile pubblicati dall’Istat, che consolidano il trend in discesa rispetto allo scorso anno già segnato dal -37,46% di aprile, dal -29% di marzo e dal -1,8% di febbraio nonostante il +35% registrato a gennaio. Va detto che soprattutto nei comuni più piccoli anche un solo decesso in più può segnare una differenza importante in termini percentuali, così come va detto che quelli proposti dall’ISTAT sono numeri globali e non indicano il numero di decessi legati al coronavirus: i dati, però, messi a confronto con quelli del 2020 e con la media dei decessi dei cinque anni precedenti, possono comunque essere utili per farsi un’idea della situazione.

La diminuzione più sensibile nel numero dei decessi è stata rilevata a Cerro Maggiore, dove a maggio sono venuti a mancare 9 cittadini contro i 30 dell’anno precedente (-70%) e i 12 di media tra il 2015 e il 2019. Decremento superiore al 30% a Parabiago, dove sono morte 25 persone a fronte delle 37 scomparse nel 2020 (-32,43%) e dei 19,6 decessi registrati mediamente nei cinque anni precedenti, e superiore al 15% a Rescaldina, dove i decessi erano stati 15 a maggio dello scorso anno e nel 2021 sono stati 12 (-20%), in linea rispetto agli 11,6 registrati in media tra il 2015 e il 2019, e a Legnano, dove sono morti 47 cittadini contro i 56 del 2020 (-16,07%), in linea con i 46,8 del quinquennio precedente. Decessi invariati rispetto allo scorso anno a Dairago, dove le persone venute a mancare sono state 2 e dal 2015 al 2019 mediamente 4,4, e a Villa Cortese, dove sono mancati 7 cittadini, comunque in rialzo rispetto alla media di 4 del quinquennio precedente.

Mortalità in rialzo, invece, negli altri comuni del territorio. Incremento del 15,38% a Nerviano, dove sono mancati 15 cittadini contro i 13 dello scorso anno e i 12,8 di media nei cinque anni precedenti, del 16,67% a San Vittore Olona, dove i decessi erano stati 6 nel 2020 e quest’anno sono stati 7 a fronte di una media di 4,4 negli anni precedenti, e del 18,18% a Canegrate, dove sono morti 13 residenti contro gli 11 dello scorso anno e i 7,8 di media tra il 2015 e il 2019. Aumento del 37,5%, infine, a Busto Garolfo, dove i decessi sono stati 11, tre in più dello scorso anno ma in linea con il quinquennio precedente, e del 60% a San Giorgio su Legnano, dove sono mancati 8 abitanti contro i 5 dello scorso anno e i 5,2 di media dal 2015 al 2019.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore