Quantcast

Elezioni a Nerviano, Forza Italia e Fratelli d’Italia puntano su Sergio Garavaglia

Garavaglia, classe 1960, docente di religione al liceo scientifico Bramante di Magenta, ha alle spalle un lungo curriculum da amministratore ad Ossona

sergio garavaglia candidato elezioni nerviano

Fratelli d’Italia e Forza Italia puntano su Sergio Garavaglia per le prossime elezioni amministrative a Nerviano. Sarà lui a contendere la poltrona da sindaco al primo cittadino uscente Massimo Cozzi, che tenterà il bis sostenuto dalla stessa coalizione che ha governato con lui negli ultimi cinque anni, a Girolamo Franceschini, ex assessore nella giunta guidata da Enrico Cozzi fresco di candidatura nelle fila del Partito Democratico, e al candidato ancora da “svelare” delle tre civicbe Tutti per Nerviano, Scossa Civica e Gente per Nerviano, già entrati nello scacchiere della prossima tornata elettorale.

Garavaglia, classe 1960, docente di religione al liceo scientifico Bramante di Magenta, ha alle spalle un lungo curriculum da amministratore, con due mandati da sindaco ad Ossona, uno da assessore e uno da consigliere di opposizione sempre ad Ossona – dove peraltro aveva annunciato l’intenzione di candidarsi per tentare un terzo mandato da primo cittadino nel 2024 – e nel direttivo nazionale e regionale di ANCI, prima che le sue strade incrociassero quelle della sezione nervianese di Fratelli d’Italia. «L’ultima cosa a cui pensavo era candidarmi come sindaco a Nerviano – ha spiegato il candidato presentadosi, affiancato tanto dai responsabili cittadini dei partiti che lo sosterranno, Giorgio Canevari e Rossana Frau, quanto da esponenti locali, regionali, nazionali ed europei dei due partiti come Carlo Fidanza, Sandro Sisler, Carlo Fidanza, Vito Bellomo, Luigi Tresoldi e Luca Caravita -, ma anche se non sono di Nerviano il mio cuore è qui. Negli anni il paese ha preso un brutto declivio, ha ancora dei problemi storici come il “Fungo” di Garbatola, la centrale termica, la scuola di via dei Boschi abbandonata, la Meccanica, e ha di fronte sfide come quella della nuova frazione. Quello che mi stimola è la coalizione: a Nerviano Fratelli d’Italia è nata bene, c’è un gruppo unito, e con Forza Italia abbiamo dato vita ad un programma condiviso, nato dall’ascolto delle persone. Lavoreremo per il “dopo di noi”, ma anche perché i giovani trovino a in paese quello che cercano: vogliamo ascoltare il territorio».

In una campagna elettorale, la seconda di fila, che si giocherà sotto l’ombrellone, il caldo di agosto non sarà però l’unico ostacolo per Forza Italia e Fratelli d’Italia. Sulle urne, infatti, i nervianesi troveranno due diverse coalizioni di centrodestra: quella guidata da Garavaglia e quella del sindaco uscente, a lungo “corteggiata” dalle altre forze del centrodestra prima della decisione di correre da sola. Ma anche se la frattura tra la Lega e le altre anime di una coalizione che corre unita a livello nazionale e, quasi sempre, anche alle elezioni comunali è di fatto come il classico “elefante nella stanza”, la spaccatura non sembra inconciliabile: l’obiettivo, com’è ovvio, per tutti è quello di vincere, ma la storia del ballottaggio è tutta da scrivere.

elezioni nerviano

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore