Quantcast

A Cerro Maggiore sport in campo per l’inclusione e la socializzazione dei più piccoli

Giro di boa per "Educando Sportivamente", progetto per la socializzazione e l'inclusione di bambini e ragazzi in condizioni di fragilità attraverso un’attività sportiva extra-scolastica

sport

Giro di boa a Cerro Maggiore per “Educando Sportivamente”, progetto avviato a fine marzo che fino al termine del mese di giugno proporrà a bambini e ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado in condizioni di fragilità un’attività sportiva extra-scolastica per facilitare socializzazione ed inclusione.

A Cerro Maggiore sport, scuola e comune fanno rete per l’inclusione dei più piccoli

L’idea, nata dalla collaborazione tra l’ASD Virtus Cantalupo, che gestisce da ormai due anni gli impianti sportivi di via Asiago e via IV Novembre, e l’ASD Airone, ente di promozione sociale che opera da anni nel terzo settore, ha ottenuto un finanziamento da Regione Lombardia attraverso un bando finalizzato ad arginare le problematiche relazioni causate dalla pandemia. Il progetto ha ricevuto anche il patrocinio del comune e proprio grazie a Palazzo Dell’Acqua ha trovato anche un nuovo partner: l’istituto comprensivo Strobino, che ha collaborato non solo facendo propri gli obiettivi del progetto, ma anche nella comunicazione alle famiglie e nell’individuazione dei 30 ragazzi, 15 della scuola primaria e 15 della scuola secondaria di primo grado, che maggiormente avrebbero potuto beneficiare di un’attività extra-scolastica di questo tipo.

«Ogni lunedì e ogni mercoledì, per 10 settimane, il centro sportivo comunale di Via Asiago è e sarà il palcoscenico in cui questi ragazzi trovano il modo di socializzare, fare educazione motoria, migliorare la proprie abilità psico-motorie e coordinative e soprattutto divertirsi all’aria aperta che è la cosa fondamentale visto il periodo – spiega Roberto Grimoldi, presidente dell’ASD Virtus Cantalupo -. I commenti di insegnanti, genitori e ragazzi dopo la prima settimana sono molto positivi. Una menzione particolare va fatta anche per l’azienda Canada 422 che mette a disposizione gratuitamente un proprio mezzo da sette posti per il trasporto da scuola al Centro Sportivo per chi non ha la possibilità di raggiungerlo autonomamente».

«Nei prossimi giorni analizzeremo i risultati del progetto e incontreremo i rappresentanti di Asd Virtus Cantalupo e la dirigenza scolastica – aggiunge il sindaco Nuccia Berra -. Cercheremo di trovare finanziamenti attraverso misure regionali o nazionali, perché teniamo parecchio a queste iniziative e siamo felici della vivacità di idee che arriva dalle nostre associazioni impegnate nello sport e nel sociale».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore