Quantcast

“Ci avete rotto…” all’ingresso dell’autostrada, dietro al messaggio forse una campagna pubblicitaria

Il cartello privato è installato su un'area privata. L'amministrazione comunale di Cerro, dopo avere chiesto spiegazioni, si è riservata di valutare se lo sviluppo della situazione sarà coerente con i chiarimenti che sono stati forniti

Generica 2020

È ormai diventato virale il cartello comparso nei giorni scorsi a Cerro Maggiore, a pochi metri dello svincolo autostradale di Legnano, che senza peli sulla lingua recita “Ci avete rotto le palle”. Ripreso anche sui canali social de “Il Milanese Imbruttito”, pagina che fa della satira sugli stereotipi legati alla figura del milanese medio il suo punto di forza, a molti è sembrato un chiaro segno di insofferenza per le misure anti-contagio, complice anche l'”apparizione” a poche ore dal passaggio della Lombardia in zona arancione.

E da Legnano è tutto.
Buon primo lunedì di aracione.

Thanks to Russo Cristian

Pubblicato da Il Milanese Imbruttito su Lunedì 1 marzo 2021

Quello che in molti in questi giorni si sono chiesti, però, è come mai il cartello a distanza di diversi giorni dalla sua comparsa sia ancora al suo posto nonostante il messaggio quantomeno borderline che riporta. «Si tratta di un cartello privato installato su un’area privata – spiega Alessandro Provini, assessore alla sicurezza di Cerro Maggiore -. Per il momento ci stiamo muovendo dal punto di vista amministrativo: mancava il rinnovo della concessione per la postazione e abbiamo quindi proceduto ad irrogare la relativa sanzione amministrativa. Ci sono ora dieci giorni di tempo per regolarizzare la situazione, diversamente la sanzione sarà decuplicata e potrebbe scattare anche la sanzione accessoria della rimozione. Per quanto riguarda il contenuto, al limite rispetto alle previsioni del codice penale, abbiamo chiesto spiegazioni intimando di fornire una valida motivazione o di procedere alla rimozione. Per ora, ricevuta la risposta, ci riserviamo di valutare se lo sviluppo della situazione sarà coerente con i chiarimenti che ci sono stati forniti per poi eventualmente procedere anche penalmente».

Dietro all’affissione che sta spopolando sui social ci sarebbe infatti una campagna pubblicitaria, il cui contenuto dovrebbe diventare più chiaro grazie ai prossimi cartelloni che chi passa dall’ingresso dell’autostrada si troverà davanti. In attesa di sapere a cosa faccia riferimento il messaggio, una cosa è certa: l’obiettivo di far parlare di sé è stato decisamente centrato.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 03 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore