Quantcast

Potenziamento Rho-Gallarate, il comitato pendolari: «Porterà 2mila posti in più, si proceda spediti»

Il Comitato pendolari Gallarate-Milano accoglie con favore la notizia dell'avanzamento del progetto di potenziamento della linea ferroviaria

Saronno, rientro a scuola: "Su pullman e treni norme rispettate. Contenti di ripartire"

«Apprendiamo dalla stampa che finalmente siamo arrivati alla fase esecutiva del potenziamento della ferrovia Rho – Gallarate. Dopo oltre 15 anni di attesa, riteniamo sempre più fondamentale questo progetto, al di là delle attuali problematiche sanitarie (che speriamo possano essere risolte entro il 2021)». Il Comitato pendolari Gallarate-Milano accoglie con favore la notizia dell’avanzamento del progetto di potenziamento della linea ferroviaria.

«E’ inutile ricordare che da troppi anni l’asse del Sempione merita collegamenti degni di tale nome con la città di Milano e quest’opera è fondamentale per raggiungere tale obbiettivo – rimarcano i rappresentanti dei pendolari – che permetterà di istituire una nuova linea S Parabiago-Rogoredo, permettendo di aumentare la capacità di posti a sedere nella tratta fino a 2.000 unità ogni ora per senso di marcia; un’ opera che ha visto unite tutte le compagini politiche nazionali. Ci spiace però vedere che, dopo il pronunciamento del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici n. 73/2019 del 29 novembre 2019, per l’interesse di pochi privati, ci sia ancora chi si mette di traverso riguardo quest’opera. Speriamo pertanto che questa volta si possa procedere spediti verso la realizzazione di un’opera senza la quale non sarà possibile spostare i flussi pendolari dal trasporto privato a quello pubblico, in una regione tra le più inquinate d’Europa, un’opera ormai imprescindibile!»

Il raccordo Y e potenziamento Rho-Gallarate non piace a Canegrate

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore