Quantcast

Busto Garolfo, nuova antenna 5G in arrivo in paese

La nuova antenna telefonica 5G che verrà installata su un traliccio già esistente a Busto Garolfo, all'incrocio tra via Europa e via per Dairago

5G

A Busto Garolfo è in arrivo una nuova antenna telefonica 5G, che verrà installata su un traliccio già esistente alla casa cantoniera all’incrocio tra via Europa e via per Dairago, vicino alla SP12.

Nei mesi scorsi Palazzo Molteni aveva provato a mettere in stand by l’arrivo del 5G in paese con un’ordinanza firmata a fine maggio dal sindaco che vietava la sperimentazione o l’installazione del 5G sul territorio comunale in attesa di linee guida aggiornate da parte degli organismi di tutela della salute e dell’ambiente nazionali e regionali. Non era “no” aprioristico, quello arrivato dall’amministrazione, ma una scelta precauzionale, figlia anche del contesto in cui è maturata, ovvero l’emergenza sanitaria che negli ultimi mesi ha travolto il nostro Paese e soprattutto la nostra Regione: le misure per fermare la corsa del virus, infatti, non avrebbero permesso di organizzare un momento di confronto con la cittadinanza, mentre l’installazione delle strutture dedicate al 5G a Busto Garolfo avrebbe potuto avvenire anche in tempi rapidi.

L’ordinanza era poi stata revocata a fine agosto: una decisione di fatto obbligata dopo che il decreto Semplificazioni aveva stabilito che «i sindaci non potranno introdurre limitazioni alla localizzazione sul proprio territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualunque tipologia e non potranno fissare limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici diversi rispetto a quelli stabiliti dallo Stato».

«Quello che mi dispiace – spiega il sindaco Susanna Biondi – è che come abbiamo sempre ribadito noi avremmo voluto avere la possibilità di un confronto con la cittadinanza e di informare in modo ampio il paese rispetto a questa tematica, e purtroppo ci è stato impedito di farlo. Stiamo comunque lavorando ad un regolamento per tutelare i luoghi sensibili: ci abbiamo già lavorato e siamo pronti e non appena sarà possibile potremo procedere immediatamente a renderlo operativo».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore