Quantcast

Da Parabiago alla Via Francigena, 350 km per lasciarsi alle spalle il lockdown

Andrea, Federica e Tiziana si sono messi in cammino lungo la via Francigena e in dieci giorni hanno percorso 350 km da Lucca a Viterbo

Tre parabiaghesi sulla via francigena

Da Lucca a Viterbo sulla via Francigena: 350 chilometri a piedi e in bicicletta per lasciarsi alle spalle, o almeno dimenticare per un po’, questo strano anno che ci sta mettendo tutti a dura prova. Andrea, Federica e Tiziana, 30enni di Parabiago, sono partiti zaino in spalla da Lucca all’inizio di agosto e in dieci giorni hanno raggiunto Siena a piedi e poi Viterbo in bicicletta.

L’idea nasce durante il lockdown. Prima le lunghe giornate da passare in casa in solitaria, poi le prime aperture e qualche passeggiata al Parco del Roccolo per tornare a sgranchirsi un po’ le gambe, e quella tentazione che inizia a farsi strada: partire per un cammino. Subito il pensiero corre al cammino per antonomasia, quello che ogni anno percorrono più di 200mila persone: Santiago. I dati dalla Spagna però non sono confortanti: lì il Covid fa ancora paura, la situazione non sembra sotto controllo, e allora forse per quest’anno è meglio “giocare in casa”.

Così la scelta cade sulla via Francigena, l’itinerario storico che dal nord dell’Europa portava i pellegrini alla città eterna. E anche questi tre pellegrini da Parabiago hanno deciso di seguire per un tratto di strada le orme di chi già nell’anno Mille dalla cattedrale di Canterbury scendeva lungo la campagna inglese fino alle scogliere di Dover, attraversava la Manica e si incamminava lungo la Francia prima e la Svizzera poi per finire con la discesa della Penisola.

«Dopo un cammino uguali non si torna». Andrea, Federica e Tiziana non hanno dubbi: un’esperienza del genere ti cambia, e ti spinge a chiederti quali sono le cose davvero importanti, un po’ come quando prepari lo zaino prima di partire e devi scegliere le poche cose che puoi portare con te. I tre moderni pellegrini di Parabiago, però, un altro cammino lo rifarebbero subito, tanto che stanno già pensando al prossimo.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 27 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore