Quantcast

Fallimento Dentix: “Ottenuta la sospensione dei pagamenti per le cure dentali”

A comunicarlo è l'avvocato Elena Volontieri, consulente legale di Adiconsum, associazione dei consumatori che sta seguendo i clienti della società fallita

dentix legnano

Una prima vittoria per i clienti della catena Dentix presente a Legnano, Busto Arsizio, Rho e Novara, che a seguito del fallimento della società hanno ottenuto la sospensione dei pagamenti e la restituzione delle somme dovute per le cure di cui non avevano potuto usufruire a causa dell’improvvisa chiusura degli studi medici ai quali si erano rivolti.

A comunicarlo è l’avvocato Elena Volontieri, consulente legale di Adiconsum, associazione dei consumatori che sta seguendo la drammatica esperienza di coloro che hanno acceso i finanziamenti sottoscritti per le cure dentali richieste presso gli studi della Dentix Italia S.r.l..

Molti pazienti, a fine giugno, si sono rivolti all’associazione per ottenere la sospensione dei pagamenti e la restituzione delle somme dovute per le cure di cui non avevano potuto usufruire a causa dell’improvvisa chiusura degli studi medici ai quali si erano rivolti. «Verificata la gravità della situazione e la necessità di intervenire con misure efficaci per tentare di risolvere la questione nel più breve tempo possibile, Adiconsum mi ha contattata sottoponendomi i casi fino ad allora raccolti. Su mandato dei singoli consumatori – spiega il legale – ho immediatamente proceduto alla messa in mora di Dentix Italia S.r.l., al fine di poter ottenere, in caso di comprovato grave inadempimento, la risoluzione dei contratti di finanziamento sottoscritti. Rimasta priva di riscontro la messa in mora, ho proceduto alla dichiarazione di risoluzione del contratto per grave inadempimento del fornitore ed ho contestato alle finanziarie coinvolte, ex art. 125-quinquies TUB e secondo le disposizioni generali dei contratti di finanziamento sottoscritti, gli inadempimenti di Dentix chiedendo, di conseguenza, la risoluzione dei contratti di finanziamento».

«In questi giorni – prosegue l’avvocato – Cofidis ha riscontrato in modo dettagliato la posizione debitoria di ogni mio cliente riconoscendo per ciascuno di loro la risoluzione del contratto di finanziamento per la parte di cure non eseguite, per le quali il paziente stava comunque pagando le rate, e provvedendo, in alcuni casi, alla restituzione delle somme pagate in più rispetto a quanto dovuto per le cure effettivamente avute. Lo stesso ha fatto Fiditalia rendendosi disponibile a ritenere dovute soltanto le somme relative alla parte di lavori effettivamente eseguiti da Dentix. Questo mi ha consentito, in molti casi, di procedere con celerità alla risoluzione dei finanziamenti, senza dover ricorrere all’arbitrato bancario, con evidente risparmio di tempi e costi e, soprattutto, mi ha permesso di liberare i consumatori di un peso economico assolutamente ingiusto, consentendo loro di utilizzare le somme risparmiate per proseguire le cure presso studi medici di loro fiducia. Resta, ad oggi, da risolvere il problema della responsabilità di Dentix per il danno economico causato a molti pazienti che sono stati costretti a rivolgersi ad un medico di fiducia.

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore