Quantcast

Elezioni a Parabiago, Adriana Nebuloni passa ad AttivaMente

Adriana Nebuloni, ex vicesindaco di Parabiago in quota Forza Italia, torna in campo per le prossime elezioni con la lista civica AttivaMente

Generico 2018

Adriana Nebuloni, ex vicesindaco di Parabiago ed esponente della sezione di Forza Italia della città della calzatura, dopo aver lasciato poco più di un anno fa la giunta di Raffaele Cucchi torna a far parte della coalizione che proverà a riportare il primo cittadino uscente sulla poltrona più alta di Piazza della Vittoria. Confermato l’addio agli azzurri, l’ex assessore a cultura e istruzione della città della calzatura ha deciso di scendere in campo con la lista civica AttivaMente.

«Crediamo che Adriana possa continuare a dare il suo contributo alla nostra città – spiega Vittorio Ateri, coordinatore politico di AttivaMente -. La sua passione civile è grande e innegabile, la sua storia di donna prima, e di amministratrice locale poi, non poteva andare dispersa né essere messa in discussione. L’obbiettivo ora è concorrere a sostenere il candidato uscente Raffaele Cucchi e la coalizione che dovrà riconfermarlo alla guida della prossima amministrazione senza se e senza ma».

Era stata la stessa Adriana Nebuloni, nei giorni scorsi, a comunicare la decisione di candidarsi con AttivaMente in vista delle prossime elezioni amministrative. «Ho preso la decisione di ricandidarmi al consiglio comunale per le imminenti elezioni – aveva annunciato sui social l’ex vicesindaco, ringraziando la famiglia e i suoi sostenitori per esserle rimasti vicini in questi mesi -. La scelta non è stata né facile, né poco ponderata, ma alla fine ho buttato il cuore oltre l’ostacolo. Ho scelto di far parte della lista civica “AttivaMente – Per Cucchi sindaco” perché più consona al mio modo di essere, per poter dare continuità al mio pensiero politico moderato e, non da ultimo, per il sostegno che durante il mio periodo di lontananza non è mai mancato. È stato un anno difficile e sofferto ma che ha fatto scaturire in me un nuovo sentimento interiore di consapevolezza, di presa di coscienza del lavoro fatto in tutti questi anni nei vari ruoli che ho ricoperto».

I rapporti tra l’ex vicesindaco e Forza Italia, però, non si erano interrotti nel migliore dei modi, con l’ex assessore che aveva accusato i suoi stessi compagni di allora di aver montato ad arte lo scandalo esploso intorno al nuovo PGT della città. Proprio il piano di governo del territorio, infatti, era stato il detonatore per l’uscita di Adriana Nebuloni dalla giunta, accusata dalle colonne di un settimanale locale di un conflitto di interessi per possibili vantaggi derivanti da un cambio di destinazione d’uso di alcuni terreni appartenenti alla sua famiglia quando peraltro la variante ancora non era stata approvata. Tanto che la scelta di Nebuloni di tornare in campo con AttivaMente aveva fatto sorgere da più parti il dubbio di poter fare esplodere qualche mal di pancia nella coalizione che sostiene Raffaele Cucchi.

Parabiago Viva, ad esempio, una delle forze politiche che a Cucchi proverà a portare via la poltrona a settembre, nei giorni scorsi aveva puntato il dito proprio contro possibili scricchiolii nel centrodestra: «Abbiamo il massimo rispetto per quanto sta accadendo alle forze politiche di centrodestra che sostengono l’attuale sindaco Raffaele Cucchi e pertanto non ci permettiamo di giudicare le loro difficoltà nel formare liste con persone che per qualcuno sono “impresentabili”. Ci chiediamo, sommessamente, come possano stare insieme forze politiche e persone che non si stimano fra di loro».

A spegnere il chiacchiericcio, però, è la stessa sezione parabiaghese di Forza Italia, che, oltre a ribadire il massimo rispetto per le scelte della ex militante, assicura che «la coalizione rimane solida e ferma nell’obiettivo di portare a termine il programma elettorale già intrapreso in questi anni». Insomma, per quanto riguarda gli Azzurri «la problematica Nebuloni non esiste, né come persona, né come politico».

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore