Controlli antidroga a Parabiago, denunciato un 19enne

Controlli antidroga a tappeto a Parabiago, con Polizia Locale e Guardia di Finanza che hanno setacciato diverse aree del territorio comunale

controlli antidroga parabiago

Controlli antidroga a tappeto a Parabiago, dove nella serata di sabato 11 luglio la Polizia Locale, insieme ai militari della Guardia di Finanza di Legnano e alle unità cinofile del Gruppo Pronto Impiego delle Fiamme Gialle di Milano ha battuto a tappeto i punti più sensibili della città per contrastare lo spaccio e la detenzione di sostanze stupefacenti.

Il primo “blitz” delle Forze dell’Ordine ha interessato il parco di Villa Corvini, dove sono state setacciate sia l’area verde che chi si trovava nei giardini pubblici. Grazie alle unità cinofile, nel polmone verde sono stati trovati 18 grammi di marijuana, già divisi in tre confezioni avvolte nel cellophane e nascoste in un incavo nel tronco di un albero. La droga è stata sequestrata, ma agenti e militari non hanno individuato correlazioni tra chi passeggiava nel parco e la sostanza stupefacente.

Nel mirino dei controlli antidroga anche il parco pubblico di via Diaz e l’area pubblica di via Gajo, dove però non è emersa nessuna irregolarità. Le verifiche di Polizia Locale e Fiamme Gialle, invece, sono andata a segno nella zona della stazione, passata al setaccio sia dal lato di via Matteotti che da quelli di piazza Pisoni, controllando sia l’area che i presenti, tra i quali diversi viaggiatori appena arrivati con il treno.

Proprio in piazza Pisoni, intorno alle 21, grazie ad una segnalazione dell’unità cinofila, Polizia Locale e Guardia di Finanza hanno fermato un 19enne, che ha consegnato spontaneamente un contenitore di plastica con 18 involucri di carta stagnola contenenti in tutto 10 grammi di marijuana. Il ragazzo ha consegnato a militari ed agenti anche 180 euro in banconote di piccolo tagli.

La modalità con cui il giovane aveva con sé la droga, verosimilmente già pronta per lo spaccio, e il denaro hanno insospettito le Forze dell’Ordine, che hanno quindi deciso di perquisire l’abitazione del 19enne con il supporto delle unità cinofile, dove però dopo oltre un’ora di controlli non è stato trovato nulla. Il giovane è stato comunque identificato e denunciato all’autorità giudiziaria, mentre denaro e sostanza stupefacente sono stati sequestrati.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 12 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore