2 giugno 2020, il Legnanese festeggia la Repubblica

La Festa della Repubblica cambierà volto per l'emergenza sanitaria, ma il Legnanese non rinuncia a celebrare il 2 giugno

bandiera italiana

2 giugno 1946, gli italiani, per la prima volta chiamati alle urne con suffragio universale, scelgono di far diventare l’Italia una Repubblica dopo 85 anni di regno dei Savoia, venti dei quali passati sotto la dittatura fascista. 2 giugno 2020, il Paese celebra il 74° “compleanno” della Repubblica. Per forza di cose quello di quest’anno sarà un anniversario diverso da quelli che negli anni siamo stati abituati a conoscere, ma anche se la Festa della Repubblica cambierà volto il Legnanese non rinuncia a celebrarla.

A Legnano sono Associarma e Anpi che si sono fatte carico di ricordare la ricorrenza del 2 giugno: alle 10 sul piazzale dell’Associarma ci sarà l’alzabandiera alla presenza del solo presidente, Antonio Cortese, e di Primo Minelli, presidente Anpi, con i gonfaloni delle due associazioni e quello del Comune di Legnano. Alle 11.30, invece, alla Cascina Mazzafame verranno deposti fiori a ricordo della lotta partigiana che si è svolata in quel luogo.

A Busto Garolfo è in programma l’alzabandiera nel cortile del palazzo comunale, alla presenza dei componenti del parlamentino cittadino.

Cerro Maggiore per il 2 giugno ha pensato ad una celebrazione con brani tratti dall’archivio del corpo musicale cittadino, la lettura dei primi 12 articoli della Carta Costituzionale da parte della Compagnia dei Gelosi e un discorso della prima cittadina, Nuccia Berra. «Uno spettacolo virtuale – spiega l’amministrazione – che vuole significare il nostro esserci, anche in tempo di coronavirus».

Rescaldina festeggerà il 74° anniversario della nascita della Repubblica con un discorso del sindaco, Gilles Ielo, davanti al Comune alle 11 e con l’intervento del Corpo Musicale S. Cecilia. Durante la cerimonia sarà consegnata la Costituzione italiana ai ragazzi che quest’anno diventano maggiorenni. Le presenze saranno contingentate nel rispetto delle norme per il contenimento dell’emergenza sanitaria, pertanto Piazza Chiesa invita i cittadini a partecipare alle celebrazioni esponendo il tricolore dalle proprie case.

Parabiago ha scelto di ricordare la Festa della Repubblica attraverso i canali di comunicazione istituzionali, invitando i cittadini ad esporre la bandiera italiana se già non l’hanno fatto in questo tempo di coronavirus.

Anche San Giorgio su Legnano ha scelto di ricordare il 74° anniversario della nascita della Repubblica attraverso i canali di comunicazione istituzionali del Comune.

Villa Cortese non rinuncia alla cerimonia di “Affidamento in custodia delle bandiere all’Associazione Protezione Civile di Villa Cortese” con l’alzabandiera in Piazza del Carroccio alle 9.30. Alle 10 verrà celebrata la messa alla presenza dei rappresentanti dell’amministrazione comunale, del consiglio comunale, delle associazioni di Villa Cortese e delle Forze dell’Ordine. Il Corpo Musicale San Filippo Neri e la Corale Arcadelt, inoltre, hanno preparato un video dedicato all’inno nazionale. Anche se con modalità diverse dal solito, anche quest’anno ci sarà la consegna ai neo diciottenni di una copia della Costituzione.

 

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore