Quantcast

Nerviano, nuove deleghe (bipartisan) ai consiglieri comunali

Affidate alle consigliere Codari (maggioranza) e Forloni (opposizione) le deleghe per le pari opportunità e il consiglio comunale dei ragazzi

Consiglio Comunale di Nerviano - La giunta del sindaco Daniela Colombo

Si amplia il ventaglio delle deleghe assegnate ai consiglieri comunali a Nerviano: martedì 8 febbraio la firma del sindaco Daniela Colombo sul relativo decreto ha messo nero su bianco l’affidamento del progetto “Pari opportunità” alla vicepresidente del consiglio comunale Arianna Codari, che nel parlamentino siede tra i banchi di Gente per Nerviano, e del progetto “Cittadinanza attiva: il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze” ad Antonella Forloni, capogruppo del Partito Democratico.

Codari, sales account manager, porterà avanti un’iniziativa che punta alla «prevenzione di ogni forma di discriminazione ampliando il proprio raggio d’azione su tematiche non più ristrette alla sola discriminazione di genere, ma ad ogni forma di diversità che possa comportare un’ingiustificata disparità di trattamento», rivolgendosi in particolare ai giovani ma non solo. Il progetto spazierà da proposte integrative alla didattica ad attività e momenti di confronto riservati agli adulti, passando per azioni a tutela dei diritti delle persone con disabilità e la creazione di occasioni d’incontro e dialogo in grado di coinvolgere le realtà che vivono il territorio.

Forloni, avvocato presso la giunta regionale della Lombardia, si occuperà invece di dare forma al consiglio comunale dei ragazzi, «uno strumento e un’occasione per sensibilizzare i giovani cittadini sull’importanza della partecipazione diretta e avvicinarli ai problemi del territorio». Al centro della delega l’obiettivo di «far vivere ai ragazzi delle esperienze dirette e significative di partecipazione attiva alla vita del loro territorio, riconoscendoli così come “soggetti” di diritti, portatori di punti di vista originali, cittadini capaci di interagire con gli adulti per modificare la realtà sociale in cui vivono», nell’ottica di realizzare un microprogetto di cittadinanza attiva che li renda «protagonisti di scelte con una concreta ricaduta sull’amministrazione e sul territorio cittadino».

Fin dalla primissime battute del mandato amministrativo la prima cittadina aveva scelto come modus operandi l’assegnazione di deleghe ai consiglieri comunali. I primi due a ricevere ufficialmente un incarico erano stati i consiglieri Francesco Pompa e Lorenzo Lattuada, ai quali erano stati assegnati rispettivamente il progetto “Il valore educativo dello sport”, finalizzato alla riqualificazione degli impianti sportivi cittadini e alla promozione del diritto allo sport e alla socializzazione, e il progetto “Mapping bandi in itinere”, che punta ad esplorare le opportunità di finanziamenti pubblici o privati attualmente in itinere per valutarne l’attuazione. Già durante la seduta consiliare di insediamento della nuova amministrazione, però, il sindaco aveva annunciato l’intenzione di continuare sulla stessa linea: intenzione che in questi giorni si è concretizzata con le nuove nomine.

di leda.mocchetti@legnanonews.com
Pubblicato il 09 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore