Quantcast

Inaugurata da Tozzo Atelier la mostra “StreetArt//UrbanArt”

Fino al 30 ottobre sarà possibile visitare il progetto nato dalla collaborazione tra Tozzo Atelier e Galleria Alessia Formaggio per portare a Legnano il meglio del design e dell’arte contemporanea italiana

Generica 2020

E’ stata inaugurata venerdì 16 ottobre 2020 la mostra “StreetArt//UrbanArt”, progetto nato dalla collaborazione tra Tozzo Atelier e Galleria Alessia Formaggio per portare a Legnano il meglio del design e dell’arte contemporanea italiana, sempre nell’ottica di un servizio a 360° che va dalla progettazione degli interni al quadro d’autore. «Con questa esposizione – spiega Greta Ambrosato di Tozzo Atelier – abbiamo voluto portare con assoluto spirito di contemporaneità le tendenze del mondo dell’arte, dalla pop art alla Streetart con artisti italiani e internazionali che si uniscono alle solide basi dei nostri brand di lusso, consapevoli che sia l’arte a dare l’anima alle case».

E nata così la collaborazione con la galleria d’arte di Vigevano, Alessia Formaggio che ha trovato negli spazi dell’atelier legnanese la collocazione naturale per esporre le opere selezionate tra un group exhibition dei migliori esponenti della Street Art e dell’Urban Art. Artisti nazionali e internazionali che con le loro opere iconiche, irriverenti, dai colori esplosivi, colpiscono e ispirano il pubblico.

Mostra Street Art Tozzo Atelier
Nei due piani di Tozzo Atelier è stato allestito un vero e proprio percorso sulla urban e street art, che quest’anno è un movimento di assoluta tendenza. C’è  Slasky, artista famoso per la sua digital art che spiazza con la sua “Lollipop”, ci sono le opere dell’avanguardista Mart Signed, con il suo celebre Jim Morrison, e ci sono le sculture giocose di Matrioska, artista livornese che crea faccine in ceramiche: i soggetti spaziano da Maria Antonietta a Cristiano Malgiolio. Ad impreziosire l’arredamento di design dell’Atelier non potevano mancare i quadri materici di Roberto Donelli, famoso appunto per il suo uso della materia, presente con i suoi archetipi e, naturalmente, Riccardo Corciolani, urban artist per eccellenza famoso per le sue reinterpretazioni pop dei classici rinascimentali. Due infine gli artisti stranieri, Yin Kun con i suoi faccioni rosa alienati , e Joseph Kaliher che con le sue opere, esplosioni di colori, porta in mondi magici e visionari. «Aabbiamo tolto le opere dal classico “white cube” museale – spiega Alessia Formaggio – e le abbiamo portate direttamente nelle loro future case dove il committente può vederle come se fossero già “pronte all’uso”, in un contesto più privato e meno statico. E il risultato è davvero bello».

La mostra sarà visitabile fino al 30 ottobre, senza l’obbligo di prenotazione, negli orari di apertura dell’atelier: martedì – sabato: 09.30 – 13; 15 – 19

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 18 Ottobre 2020

Segnala Errore