Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



Alternativa Popolare: «Non staremo al traino di nessuno»

  • LEGNANO
  • venerdì 14 aprile 2017
  • 2984 Letture

«Dopo anni di maggioranza e cinque anni di opposizione abbiamo fatto un bel percorso di confronto, anche vivace, e dentro la realtà del partito siamo arrivati a identificare nella mia persona il candidato sindaco». Luciano Guidi, attuale consigliere comunale e metropolitano, ha presentato oggi, 14 aprile, al Salotto di Legnano, la sua candidatura con Alternativa Popolare (ex Ncd). Insieme a lui l'onorevole Paolo Alli e la consigliera comunale Daniela Colombo. 

«Non siamo rimasti da soli - ha spiegato Guidi motivando la scelta di non appoggiare alcuna coalizione ma desideriamo sostenere la nostra identità, abbiamo una idea di città che vorremmo umilmente raccontare, un percorso che costruiremo anche con altri perchè è naturale che in questo percorso  elettorale ci si confronterà, ma credo che per il bene dei cittadini più le identità sono chiare, meglio è. Non abbiamo bisogno di rivoluzioni ma occorre correggere e organizzare meglio la macchina comunale». Anche su un eventuale appoggio in caso di ballottaggio non ci sono preclusioni, al momento, da parte loro. 

Una scelta coraggiosa quella di correre da soli, alla quale ha contribuito il risultato positivo del sondaggio telefonico commissionato dal partito stesso (da quest'ultimo è emerso un m5s più o meno forte che altrove)  e i ruoli in ambito nazionale dei tre candidati presenti: Luciano Guidi è anche consigliere metropolitano, Daniela Colombo ha ottenuto buoni risultati alle elezioni europee e Paolo Alli è parlamentare.

«La lista - ha annunciato Daniela Colombo - è composta da uomini, donne giovani, anziani: persone che non hanno dimestichezza con la politica ma che hanno voglia di mettersi in gioco per condividere un programma che stiamo costruendo». «Crediamo si debba lavorare sulla famiglia - ha detto Guidi - e sul lavoro per creare una città più capace di essere contenta con uno sguardo sulla cultura  internazionale. Da non dimenticare poi il rapporto con il mondo della scuola: credo sia un elemento negativo il non avere ancora risolto il problema degli istituti Bernocchi e Dell'Acqua». 

«A Legnano è arrivato il momento di ripartire con una progettualità per i prossimi 15-20 anni - ha aggiunto Paolo Alli - a Milano si stanno raccogliendo oggi i frutti della seconda giunta Albertini, anche noi dobbiamo avere lo sguardo ampio». In questo sguardo c'è anche l'arena del Palio al Castello: «Un progetto bellissimo anche per lo sport e i concerti», ha risposto Guidi entusiasto

Di seguito la diretta della conferenza stampa