Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Maturità 2019: dopo lo "spauracchio" della seconda prova, sotto con l'orale

É finita anche la seconda prova per i maturandi che per la prima volta hanno affrontato il nuovo esame di maturità dopo la riforma del Ministro Bussetti. Siamo andati all'uscita delle scuole legnanesi per raccogliere le loro impressioni. 

Gli studenti sono sembrati più preoccupati rispetto al tema, proprio perchè chiamati a svolgere una prova con due materie. Novità che ha provocato ansia nei ragazzi, molti dei quali spaventati dall'eventualità di un risultato non molto positivo.

«La seconda prova è stata particolarmente difficile - ha spiegato Fatima, studentessa dell'Istituto Dell'Acqua -, anche se è andata meglio rispetto al tema». Le altre compagne, invece, si sentivano più sicure rispetto all'esito della prova di italiano, come hanno confermato Ylenia e Romina. «Sono abbastanza fiduciosa - è stato il commento di Sonia - penso siano e andati bene entrambi gli esami che erano fattibili».

Più pessimisti gli studenti dell'Istituto Bernocchi, che hanno dovuto affrontare matematica e fisica in una sola prova: «É stata molto difficile - hanno spiegato Marco e Sara -: è stata un'impresa ardua ricordarsi tutte le formule a memoria».

«Una prova sicuramente particolare ma fattibile con quesiti normali», è invece il commento di Andrea  all'uscita del liceo Galilei..

Adesso i maturandi devono prepararsi per l'orale, l'ultimo ostacolo che li separa dal loro ambito diploma. E anche questo porta ansia e preoccupazione agli studenti.

La maggior parte dei futuri diplomati sa già cosa farà dopo la maturità, tra chi andrà a lavorare e chi continuerà gli studi all'università. Solo una piccola parte approfitterà dei prossimi mesi di vacanza per prendere una decisione.

(Arianna Grillo)