Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Maturità 2019: archiviato il tema, si teme l'incognita seconda prova

Archiviata la prima prova della maturità 2019. Sui banchi delle scuole superiori del Legnanese sono stati circa 1.300 gli studenti che hanno affrontato il primo gradino dell'esame di Stato. E varie - come ci hanno raccontato gli stessi ragazzi - sono state le tracce scelte per il tema. Domani, giovedì 20, sarà il turno della grande incognita: la nuova seconda prova, che per la prima volta sarà multidisciplinare sulle materie di indirizzo.

     BERNOCCHI - I primi ragazzi sono usciti intorno alle 12:20. La prima prova scritta non ha spaventato particolarmente i maturandi, che, anzi, hanno apprezzato le tracce proposte dal Ministero. «E' andata bene, non posso lamentarmi delle tracce - ci racconta Alessio Cammarota dell'indirizzo meccanica, meccatronica ed energia -. Alcune erano un po' difficili da svolgere, mentre quella che ho scelto io era abbastanza articolata e di attualità: parlava delle innovazioni tecnologiche». Scelta che ha puntato sull'attualità anche quella di Sofia Andreutti e Mariarosa Bellante, studentesse di moda. Entrambe hanno optato per il tema inerente il generale Carlo Alberto Dalla Chiesa e la lotta alla mafia.

DELL'ACQUA - Anche all'istituto Dell'Acqua i primi studenti hanno iniziato a uscire intorno alle 12:20. Luca Olgiati e Benedetto Negri dell'indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio hanno deciso di cimentarsi nella traccia tra storia e sport, mentre Niccolò Olmo, dello stesso indirizzo, ha optato invece per la traccia sul patrimonio storico e architettonico. Riccardo Ruggeri, maturando dell'indirizzo turistico, ha affrontato l'analisi del testo e il commento alla poesia "Risvegli" di Giuseppe Ungaretti.

GALILEI - Sono stati i liceali di viale Gorizia a battere tutti sul tempo. Michele Vaudetto (protagonista del video a fondo pagina), studente di Nerviano, ha lasciato l'aula alle 12,15 . La sua scelta è caduta sulle innovazioni scientifiche. Pochi minuti dopo, ecco Giovanni Pozzi di Parabiago, mentre la prima ragazza è uscita alle 12,22: Karin Mecca di Legnano, seguita da Matteo Vecchi sempre di Legnano e da Federico Castenetto di Marnate. Tutti sereni e soddisfatti. Per loro la prima prova non sembra aver riservato particolari difficoltà o tensioni