Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

A.C.V.O. Legnano: un anno redditizio e ricco di soddisfazioni

L'assemblea annuale, tenutasi lo scorso maggio e ospitata dalla Famiglia Legnanese, ha permesso alla onlus A.C.V.O. Legnano di tirare le somme sulla sua attività con la presenza della dott.ssa Sara Caldarulo, in rappresentanza del dott. Lombardo, direttore generale, e del dott. G.Franco De Padova dell'ambulatorio di dietologia.

La dott.ssa Caldarulo ha voluto ringraziare i volontari per il loro lavoro focalizzato sull'aspetto umano, che non conta meno delle cure mediche. Inoltre, come comunicato nel comunicato stampa, la bilancia impedenziometrica acquistata dall'associazione è attualmente utilizzata dall'ambulatorio dei dializzati. Anche la presidente Christina Alberti ha voluto ringraziare le persone che le stanno più vicine e che la aiutano nelle attività quotidiane.

Durante l'incontro, inoltre, si sono ricordati tutti gli eventi dell'anno appena conclusosi che hanno permesso all'associazione una considerevole raccolta di fondi, come "Gens D'Ys", lo spettacolo di danze irlandesi che ha fatto il tutto esaurito al teatro Tirinnanzi lo scorso novembre e che ha permesso il finanziamento per l'acquisto dell'eco cardiografo portatile, utilizzato per il progetto "Bambino con cuore sano" del dott. Germano Di Credico, direttore del dipartimento cardiovascolare dell'ospedale di Legnano. Grazie a questa particolare apparecchiature, si prospetta lo screening 548 bambini. Questo progetto ha visto l'impegno della Fondazione dei Quattro Ospedali, dell'ASST di Legnano, della Fondazione Ticino Olona, dell'associazione Amici del Cuore altomilanese e dell'A.C.V.O. Legnano.

L'associazione ha già in atto da una quindicina d'anni un rapporto con le scuole attraverso il progetto "La mia amica pediatria", rivolto ai bambini delle scuole elementari, per rinforzare il discorso di educazione alla salute per mezzo di incontri con le classi coinvolte nel progetto e e la visita del reparto di pediatria dell'ospedale.

È stata ricordata la socia Antonella Maggioni, attiva nell'ambulatorio medico pediatrico dell'area A, sconfitta dalla malattia.

L'incontro si è concluso con l'augurio di avere sempre nuove forze su cui contare.