Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

L'inarrestabile forza dell'amore in "E' il suono delle onde che resta"

E' il suono delle onde che resta
di Clizia Fornasier
ed. HarperCollins
€17,00


Clizia Fornasier è un'attrice, alla sua prima esperienza con la narrazione scritta. Si capisce subito, però, che l'amore per la scrittura ha origine antica, perchè quello che ci troviamo davanti è un 
romanzo rotondo, pieno di sfumature, che approfondisce il tema dell'amicizia fra generazioni e quello dell'amore perduto.

Caterina è un’anziana signora che ha scelto di dedicarsi all’arte e di allontanarsi dal mondo. Per concentrarsi sul suo lavoro ha deciso di vivere su un’isola in totale solitudine, in una casetta arroccata in cima a una scogliera, distante da tutto e da tutti. La sua scelta è totalizzante e senza possibilità di ripensamento. Nemmeno un gatto, vuole.

La notte di Natale, però, qualcosa irrompe nella sua quiete. Mentre sta per addormentarsi, totalmente indifferente al giorno di festa, un rumore di ventri infranti attira la sua attenzione. In salotto, Caterina trova ad attenderla il più incredibile dei regali di Natale: una bambina, completamente zuppa e priva di sensi, giace sul pavimento priva di conoscenza. Cosa ci fa quella creatura indifesa in casa sua? Turbata dalla circostanza e disabituata ormai al contatto umano, Caterina si limita a coprire la bimba con una coperta e torna a letto, quasi illudendosi che si tratti solo di uno strano sogno. Quando la mattina dopo si sveglia, la bimba è ancora lì, ed è sveglia. Solo che non rammenta nulla dell’accaduto, né tanto meno del suo passato. Il solo ricordo che conserva è quello della voce di suo padre e di una musica in lontananza.

La prima reazione è di panico, per entrambe. Caterina vede la sua pace distrutta, il suo isolamento violato; Adele (questo è il nome che Caterina dà alla piccola, visto che la bambina non lo ricorda) vuole solo ritrovare il papà, l'unico ricordo che la ancora alla realtà. 
Inizia così per entrambe un'avventura che le porta fino agli angoli più remoti della terra e che cambierà irrimediabilmente le loro esistenze e i loro cuori. Perchè l'amore non chiede permesso, irrompe nella tua vita quando meno te lo aspetti, passa da un vetro infranto, atterra su un 
pavimento, scompiglia la vita e porta luce anche nel cuore che aveva deciso di vivere al buio.

L'amore arriva senza chiedere permesso. E una volta arrivato, non si vuol più mandarlo via.

Amanda Colombo - Galleria del Libro