Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Venti anni di Rugby Sound, Legnano si prepara alla festa

Dal 28 giugno al 7 luglio, torna nella suggestiva location dell’Isola del Castello di Legnano, uno degli eventi estivi più attesi: il Rugby Sound Festival. Giunto alla sua ventesima edizione, quest’anno verrà festeggiato in dieci giorni di grandi concerti con artisti nazionali e internazionali, eventi sportivi, after show e, per la prima volta, con un’area dedicata alla Street Food Parade, la grande carovana di food truck provenienti da tutti Italia, che propone sapori della tradizione con la tipica formula del cibo di strada.

Anche per questo ventennale, la Rugby Parabiago rinnova il suo sodalizio con Shining Production, riproponendo quella formula che fa del Rugby Sound un festival che gli organizzatori definiscono «unico, in grado di coniugare la forza di aggregazione della musica con i valori e lo spirito che sono propri del gioco del rugby».

    «Tagliare il nastro del ventennale è un traguardo incredibile, - racconta Roberto Amboldi, direttore artistico del Rugby Sound - specie considerando una realtà indipendente come la nostra. La ‘festicciola’ di squadra, che coinvolgeva perlopiù band locali, si è trasformata in un festival che richiama artisti importantissimi sia a livello nazionale che internazionale. In questi quattro lustri abbiamo cambiato più volte location per poter venire incontro a esigenze logistiche e organizzative che richiedevano spazi adatti ad accogliere un pubblico sempre più vasto e variegato. La svolta è arrivata proprio una approdando all’ Isola del Castello di Legnano. Tuttavia, lo spirito originale, con cui è nata questa iniziativa, è rimasto invariato nel tempo e rimane per noi importantissimo mantenerlo vivo: la nostra collaborazione con Shining Production è stata vitale alla crescita di una realtà che ormai può considerarsi un vero e proprio punto di riferimento sul territorio».

 «Sicuramente questa la si può definire l’edizione più prestigiosa del Rugby Sound Festival - racconta Fulvio De Rosa, direttore generale di Shining Production - che, nell’anno del suo ventennale, dà vita a una manifestazione che per durata e per cast artistico coinvolto, è fra le più interessanti di quest’estate 2019. Abbiamo voluto creare un evento che fosse del tutto trasversale, offrendo serate anche molto diverse fra loro. Dal rock degli Skunk Anansie, al folk dei Folkstone, per andare poi sui nomi più importanti del pop e hip hop italiano con J AX e Salmo. Si è voluto toccare  anche il mondo dell’indie con i Gazzelle e i Coma Cose, rivolgendoci, in questo caso, a un pubblico un po’ insolito per il Rugby Sound e poi l’elettronica dei Subsonica, il cantautorato italiano di alto livello di Max Gazzè e la serata inaugurale con i The Bloody Beetroots e Nitro, fra rap ed elettronica».

Tre poi le tre serate gratuite, anche queste pensate per accontentare diversi tipi di pubblico: Omar Pedrini con Alex Uhlmann, La Zarro Night con il Pagante, che è un evento creato per dare la possibilità anche ai giovanissimi di godere di una serata completamente gratuita e poi i Folkstone.

Alla fine di ogni concerto del Rugby Sound Festival seguirà il Rugby Sound Aftershow al Waikiki Topless Club di Legano. Tutti gli aftershow sono promossi da Secretroom e saranno a ingresso gratuito.

Si parte venerdì 28 giugno con il concerto dei Subsonica. 

QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

(Arianna Grillo)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI