Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il Galà di E.Va onlus per ridare speraza alle vittime di violenza

Per il secondo anno si svolgerà il 13 giugno allo sporting club Mondodomani di Marnate il Gran Galà di E.Va onlus, un grande evento per accendere i riflettori sulla violenza contro le donne, un fenomeno di cui non si parla mai abbastanza.

Già "sold-out", con 230 posti prenotati, il galà si svolgerà all'aperto con la piscina illuminata e l'intrattenimento musicale: sul palco saranno poi chiamate cinque donne, scelte da un comitato, che saranno premiate per essersi distinte negli ambiti dell’imprenditoria, della cultura, dello sport e della creatività.

A consegnare i premi saranno Federico Visconti, rettore della Liuc, Riccardo Comerio, past president dell’Unione degli industriali di Varese e presidente della Liuc, Emanuele Antonelli,  sindaco di Busto Arsizio, Francesco Pinto, presidente della YamamaY e la titolare della casa editrice De Piante Editore, Carolina Toffolo De Piante.

E.Va Onlus segue le donne vittime di violenza del territorio di Busto, Gallarate e Saronno attraverso il centro antiviolenza, formazione e sensibilizzazione: «Quest’anno è stato registrato un aumento degli accessi al centro antiviolenza - ha spiegato Cinzia Di Pilla, coordinatrice di E.Va onlus -. Nell'ultimo quadrimestre ce ne sono stati 80, mentre in tutto l’anno precedente si sono rivolti a noi 196 utenti. La fascia d’età delle donne che hanno riscontrato questi problemi si è poi abbassata: ci sono anche ragazze di 15 anni che vengono da noi a chiedere aiuto e assistenza. Proprio oggi ho fatto un colloquio con una di queste donne che non riesce a denunciare ciò che le sta succedendo, mi ha confessato che le manca l’identità, che “non sente di essere”: la violenza che queste donne subiscono non è solo fisica, ma anche psicologica».

L’evento è sostenuto dalla Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate: «Questa collaborazione è estrinseca al nostro modo di fare banca - ha spiegato il presidente della banca, Roberto Scazzosi - infatti è nata in modo particolare. Mentre leggevo l’articolo su questa attività ho deciso di sostenere l’operazione, in quanto la violenza contro le donne è un problema presente e chi ne soffre deve essere aiutato».

«Il primo Gran Galà è nato qui l’anno scorso e siamo orgogliosi che si ripeti ancora da noi, per la seconda volta. – ha concluso Daniele Crespi, presidente del Cda di Mondodomani –. Affinché ci sia un rapporto più importante e significativo tra sport e mondo sociale».   

 

(Arianna Grillo)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI