Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

"Rhonoir en rose": libri gialli "in rosa" e una mostra di artisti cinesi

  • EVENTI / RHO
  • venerdì 05 aprile 2019
  • 572 Letture

Autrici di libri gialli e una mostra di opere di arte contemporanea realizzate da giovani artisti cinesi. È questo il programma di "Rhonoir – en rose". L'evento si terrà a villa Burba, in corso Europa 201 a Rho, a partire da sabato 13 aprile. A organizzare il tutto è il Comune in collaborazione con Libri & Dintorni, rassegna annuale di Società Umanitaria dedicata al mondo dell’editoria.

 

«Le porte di Villa Burba si aprono per una rassegna di respiro internazionale insolita e ricca di spunti interessanti grazie alla collaborazione con Società Umanitaria – il commento dell’assessore alla cultura Valentina Giro -. A questa istituzione storica di Milano ci uniscono l’impegno sociale e il fare cultura come strumenti per formare l’animo umano e sviluppare il senso civico. Le tre presentazioni di libri al femminile ci uniscono con un filo ‘rosa’ alla storia di Villa Burba, caratterizzata da importanti figure di donne».

Durante "Rhonoir – en rose" verranno presentati tre libri dedicati agli amanti del Giallo, rigorosamente declinati al femminile. Protagoniste degli incontri saranno infatti le autrici Lisa de Nikolitis, con "Una furia dell'altro mondo" (sabato 13 aprile, alle 17), Emilio Martini (alias delle sorelle Martinoni) con " Il ritorno del Marinero" (sabato 11 maggio, alle 17) e Rosa Teruzzi con "Non si uccide per amore" (sabato 8 giugno, alle 17).

Sabato 13 aprile, poi, sarà anche occasione per inaugurare la mostra "Unusual vision. Contemporary art show of young Chinese artists", organizzata in collaborazione con “Milan Art & Events Center” e curata da Chunmeng Yang. Nella Sala delle Colonne saranno esposte sculture, video ed installazioni site-specific di giovani artisti cinesi (Huiming Hu, Zongliang Fang, Shuai Peng, Zijian Zhang e Huan Zhou, tutti presenti all’inaugurazione) che hanno sviluppato il proprio linguaggio visivo interpretando i fenomeni culturali del nostro tempo.

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI