Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Anche in estate i legnanesi chiedono aiuto all'Auser

Una parola di conforto, un momento di svago e un aiuto per il trasporto. Sono tra i numerosi servizi che l'Auser di Legnano continua a svolgere instancabilmente anche durante l'estate. Già, perchè come ricorda la presidente Pinuccia Boggiani, «il nostro è un impegno che dura 360 giorni all'anno». 

Ma dare risposte ai numerosi bisogni del territorio non è affatto facile quando mancano le risorse umane. Secondo Boggiani, i 40 volontari che a turnazione mandano avanti l'associazione di via Menotti «non bastano a soddisfare le numerose richieste di aiuto che ci arrivano quotidianamente»

       L'Auser si è fermata solo a Ferragosto. In questo periodo i 20 autisti, a turno, effettuano in media 8 trasporti al giorno. Un numero importante secondo Boggiani visto che «in questo momento stiamo lavorando a regime ridotto. Ovviamente, con l'autunno la voce trasporti sarà decisamente raddoppiata se non triplicata». I ragazzi di "Estate Gentile" rappresentano una risorsa importante sul fronte della telefonia e della compagnia sociale. «Contattano circa 200 anziani che, per la maggior parte, sono i nostri interlocutori fidelizzati - afferma Boggiani -. Ovviamente abbiamo tenuto attiva la "Compagnia Telefonica", ma abbiamo più tempo per svolgere gli altri servizi».

L'obbiettivo che sta perseguendo Auser è dar vita a nuove collaborazioni con altre realtà attive sul territorio per «poter dare sempre risposte affermative. Sono sempre di più le famiglie con a carico persone fragili, come giovani disabili, che ci chiedono trasporti continuativi. A questi si aggiungono le richieste di malati anche oncologici ai quali, purtroppo, dobbiamo dire no. Perchè non possiamo effettuare trasporti socio sanitari. Vogliamo arrivare a dare risposte anche a loro attraverso una rete sociale pronta ad aiutare tutti».  

Altro servizio che Boggiani vuole tenere vivo è "I Nonni vigili" e anche su questo fronte «i collaboratori non bastano mai. Insomma, i cittadini continuano a bussare alla nostra porta, per questo cerchiamo di reclutare nuovi volontari: dateci una mano».

(Gea Somazzi)