Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Via per S.Giorgio e Canegrate, approvato il progetto di riqualificazione

Il progetto di messa in sicurezza di via Per San Giorgio e via Per Canegrate è stato approvato dal commissario prefettizio Cirelli e adesso si attendono i finanziamenti per la realizzazione. 

Lo studio di fattibilità tecnica ed economica (composto da nove relazioni e 27 elaborati grafici) per la messa in sicurezza dell'arteria che collega Legnano ai due paesi confinanti è stato redatto da una società specializzata di Concorezzo, in collaborazione con gli uffici del Servizio Infrastrutture e Verde con la partecipazione della Polizia Locale. E adesso concorrerà al bando regionale per l’assegnazione di cofinanziamenti da dedicare a opere per la riduzione dell’incidentalità stradale.  

L'intervento, per cui è prevista una durata di 180 giorni, potrà essere realizzato solo qualora Palazzo Malinverni riesca a trovare le risorse necessarie, pari a 700mila euro

Nella lunga relazione tecnica è specificato che «le numerose intersezioni, tra flussi di veicoli e tra diverse categorie di utenti, e la configurazione geometrica prettamente rettilinea rendono il corridoio altamente critico da un punto di vista della sicurezza della circolazione».

Per questo la riqualificazione prevede che venga risagomata la strada e la realizzazione di due mini-rotatorie: la prima all’intersezione tra via per S. Giorgio su Legnano e via Martiri della Libertà, la seconda all'altezza di via Wagner. Doppia rotatoria anche all'incrocio tra le vie per S. Giorgio su Legnano, per Canegrate, Molini e S. Giorgio. Poi, sarà chiuso il ramo di svolta diretta a destra dalla via S. Michele del Carso alla via per S. Giorgio su Legnano.

Per ciclisti e pedoni è stata proposta la sistemazione del percorso ciclo-pedonale già esistente con l'integrazione di nuovi tratti sul marciapiede. Ciò comporterà l'introduzione di attraversamenti, anche rialzati, per pedoni e ciclisti. 

L'obiettivo è quello di rendere il tratto di strada principale più sicuro e fruibile per l'utenza debole. Tra i diversi interventi pensati per indurre la diminuzione della velocità di percorrenza verranno inoltre istituiti tre divieti di svolta a sinistra in uscita dalle vie Adua, Mameli e Manara. Per quanto riguarda l'illuminazione, saranno sostituiti e aggiunti punti luce laddove ritenuto necessario. 

(Gea Somazzi)