Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cantiere di Lucernate: pronti 80 alloggi popolari

  • CRONACA / RHO
  • martedì 25 giugno 2019
  • 687 Letture

Lieto fine per gli alloggi popolari di Lucernate: i lavori per gli 80 appartamenti sono terminati nei giorni scorsi. In via Pavese, dopo anni, sono pronti i tre edifici, due da 16 alloggi e uno da 48, insieme alle parti interrate adibite a spazi di sosta, cantine e locali impianti oltre alle parti comuni esterne. La commissione di collaudo è già attiva per verificare i lavori e la conformità rispetto al progetto.

«Il prossimo passo, espletata la fase delle procedure burocratiche per l’agibilità, sarà la consegna degli alloggi alle 80 famiglie, che sono già state individuate dalla graduatoria provvisoria – afferma l’assessore ai contratti di quartiere Maria Rita Vergani -. Un progetto che ha subito una serie di vicissitudini ma che ora si conclude: credo possa essere motivo di orgoglio ricordare che dall’insediamento della prima giunta Romano, ad oggi, sono stati conclusi, realizzati e consegnati alle famiglie rhodensi in difficoltà, ben 155 nuovi alloggi, rispondendo ad un bisogno attuale e concreto, con alloggi di qualità, anche dal punto di vista tecnologico e di sostenibilità, essendo alloggi accatastati in classe energetica A».

Il cantiere di Lucernate, avviato nel 2011, dopo sei anni dalla sua progettazione, è stato caratterizzato da diverse vicissitudini, che hanno portato a ritardi e sospensioni dei lavori da parte del primo appaltatore. I lavori di costruzione degli alloggi sono iniziati infatti nel 2011, ma sono stati fermati a fine 2012 per poter procedere ad una perizia che aveva previsto interventi migliorativi sulla sicurezza degli edifici e quindi ha adeguato il progetto, che era datato 2005, alle normative antisismiche e del risparmio energetici. I lavori sono ripresi nell’ottobre 2013, con termine dei cantieri annunciato per la fine del dicembre 2014, ma l’impresa che stava eseguendo i lavori ha presentato, subito dopo alcuni mesi di cantiere, una serie di riserve tanto da dover approvare una seconda perizia suppletiva, nel dicembre 2014, con grave ed evidente ritardo nell’esecuzione dei lavori. Nel giugno 2015, a seguito di ulteriori ritardi, con determina dirigenziale del Segretario Generale, si è provveduto alla risoluzione in danno, da parte del Comune, del contratto d’appalto con l’impresa e al riappalto dei lavori, avvenuto ad ottobre 2015 con l’affidamento il 3 novembre 2016.

Per la realizzazione degli interventi di edilizia residenziale a Lucernate è stato previsto un investimento, grazie a fondi europei e compartecipazione del Comune di Rho, di oltre 6 milioni di euro, che si sommano a 7,5 milioni destinati agli alloggi in via Mazzo.

(Chiara Lazzati)