Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Gli oratori estivi ospitano 2.600 ragazzi, un fenomeno sociale

L’oratorio estivo «Bella storia!», che si è aperto lunedì 10 giugno, ogni settimana farà riferimento a un santo o a un beato per accompagnare i ragazzi a mettere in gioco il proprio «talento», in chiave vocazionale. Lo stesso Arcivescovo farà visita a luoghi significativi che richiamino la figura del santo o del beato corrispondente alla settimana di oratorio estivo. Da Madre Teresa di Calcutta a Gianna Beretta Molla, da don Pino Puglisi a Francesca Saverio Cabrini e Pier Giorgio Frassati. Ognuno di questi santi e beati farà da «maestro» in ciascuna delle cinque settimane in programma e la loro storia sarà il filo conduttore della preghiera.

Oltre 2.600 ragazzi hanno inaugurato la stagione degli Oratori Estivi a Legnano, una iniziativa che, come ogni anno, trova ampio riscontro in città.

        Le cifre parlano chiaro: 400 presenze ai Santi Martiri, 140 al Beato Cardinal Ferrari, 550 a San Paolo, 330 al Santo Redentore e Santi Magi, 200 a Santa Teresa, 250 a San Pietro, 450 a San Magno e 290 a San Domenico. Numeri che segnalano una realtà giovanile che trova nell'accoglienza oratoriana una fondamentale necessità e che ne fa una eccellenza in ambito socio-educativo.

Gli oratori estivi saranno attivi fino a venerdì 12 luglio. La gestione è affidata a volontari, giovani educatori, mamme e papà. Si gioca si studia, si può anche pranzare e fare merenda. Momenti particolari, le gite. Ogni oratorio si organizza per giornate in piscina oppure per escursioni fuori città. Insomma, vietato annoiarsi e soprattutto tanta aggregazione e voglia di divertirsi e crescere insieme.

(Marco Tajè)