Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Rescaldina, al via la nuova edizione del bilancio partecipativo

Pronti, partenza, via! Da giovedì 8 novembre a Rescaldina riparte il bilancio partecipativo, iniziativa giunta ormai alla sua quarta edizione e, per la seconda volta, interamente gestita dagli uffici comunali senza la supervisione di ABCittà.

Ed è un bilancio che parte "di rincorsa", quello del 2019: «Abbiamo deciso di anticipare il processo - ha spiegato l'assessore alla cultura Elena Gasparri - perché diversamente, andando ad elezioni l’anno prossimo, le tempistiche si sarebbero sovrapposte. Ma anche quest'anno siamo pronti per partire».

I budget messi a disposizione da Piazza Chiesa per il 2019 sono gli stessi previsti per la terza edizione: 45mila per gli investimenti e 15mila per le spese correnti. A cambiare, però, sono gli ambiti ricompresi in ogni categoria, con gli investimenti che da quest'anno si divideranno in aree verditutti gli spazi pubblici comunali a verde»), edilizia scolastica (che comprende tutti gli edifici scolastici del paese, ovvero l'asilo nido di via Piave e gli istituti compensivi Manzoni e Alighieri), impianti sportivi e culturali (ovvero gli impianti comunali destinati all'attività sportiva - via Roma, via Melzi, via Schuster e le palestre scolastiche - o all'attività culturale - auditorium, centro Sandro Pertini e Villa Rusconi), arredo urbanotutto ciò che attrezza, organizza o abbelisce gli spazi pubblici») e sicurezza del territorio (intesa «non solo come attività di controllo e repressione ma come sicurezza sociale, ovvero azioni e progetti che consentano di vivere con maggior serenità»). Non saranno ammessi, come in passato, progetti inerenti alla manutenzione di routine, ma solo manutenzioni che servano a «dare qualcosa in più» ai beni pubblici.stessa cosa fatta sulle spese correnti, iniziative scorporate tra iniziative culturali ed iniziative sportive.
Nell'ambito delle spese correnti, invece, è stata introdotta la distinzione tra iniziative culturali e iniziative sportive. In entrambi i casi, le proposte rivolte alle scuole saranno ammesse solo se riguarderanno l'orario extra scolastico.

Potranno proporre idee e votare tutti coloro che abbiano compiuto i 14 anni e che risiedono a Rescaldina o che in paese hanno motivi di interesse: ogni proponente potrà affidare al verdetto delle urne una sola idea per ciascuna delle due marcoaree messe a budget. Tra le novità di quest'anno, anche il voto solo online per i non residenti, mentre i rescaldinesi potranno continuare a votare sia sul web che tramite scheda cartacea. Non ci sarà più l'Azienda Multiservizi tra i punti di raccolta delle schede, sostituita dal centro polifunzionale di via Tintoretto.

La raccolta delle idee andrà avanti fino a domenica 9 dicembre, anche tramite banchetti ai mercati il 15, 22 e 29 novembre e 6 dicembre e in piazza a Rescaldina il 2 dicembre). Dal 10 dicembre al 4 febbraio, poi, gli uffici valuteranno i progetti dei cittadini e il 5 febbraio ci sarà la serata di co-progettazione, con un margine poi dal 6 febbraio al 3 marzo per risistemare le proposte, che saranno presentati ufficialmente l'11 marzo. Dal 12 al 24 marzo saranno aperte le urne e il 29 marzo si conoscerà il vincitore.

E mentre la nuova edizione del bilancio partecipativo scalda i motori, la realizzazione dei progetti targati 2018 avanza. Il cineforum ha già portato in paese una doppia serata estiva e riprenderà in versione "invernale" dal 19 ottobre fino al 23 maggio, mentre il progetto relativo al contrasto alle dipendenze prevede un laboratorio teatrale su iscrizione per i ragazzi della scuola secondaria di primo grado ogni mercoledì dopo la scuola fino a maggio, attualmente in corso di affidamento, una mostra in biblioteca in programma tra febbraio e marzo e lo spettacolo teatrale "Stupefatto" della compagnia Itineraria. Per quanto riguarda i corsi per il tempo libero, invece, per tastare il polso dell'interesse della cittadinanza con il prossimo numero del periodico comunale "Partecipare" sarà diffuso un questionario, e in base alle risposte da gennaio in poi verranno organizzati i diversi appuntamenti.
Per il percorso vita ciclopedonale con collegamento ai parchi cittadini, invece, è prevista a breve l'approvazione del progetto, con realizzazione nella primavera del 2019.

(Leda Mocchetti)