Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Palazzo e la richiesta di oltre 20 anni di documenti

Michele Palazzo alla ricerca di documenti dal lontano 1994. Tra le molteplici mozioni che il consigliere di minoranza presenta "quotidianamente" a Palazzo Brambilla, ce ne sono alcune che lasciano perplesse circa il modo di fare opposizione: «Agli uffici abbiamo chiesto, in risposta all'interrogazione del capogruppo Croci, quanto il consigliere Palazzzo è costato in termini di ore e materiale cartaceo» ha sottolineato il sindaco Mirella Cerini.

Tornando alle richieste di Michele Palazzo, il consigliere vorrebbe sapere «quante piante di alto fusto sono state tagliate in via per Marnate (zona ex Enel) dal 2016 al 2018 e le ragioni  per cui questi tigli e  platani sono state abbattute», così come sarebbe suo interesse aver «copia semplice dell’elenco dell’albo dei Volontari Civici», reperibile in questa pagina sul sito del Comune.

Riguardo invece alla questione relativa ad F.N.M, il consigliere di Sognare Insieme Castellanza ha recentemente protocollato in comune la richiesta dell'elenco delle «delibere F.N.M. del  C.C./mozioni/interrogazioni dal 24 Maggio 1994 N.74, al 28 Aprile 2015 N.31 (documento interno)». «Eh si certo, lui chiede più di 20 anni di documenti - commenta il primo cittadino -. Molti li dovrebbe avere dato che in quegli anni era già al servizio dei cittadini, e se non li ha allora era al servizio in modo distratto. Ennesima richiesta finalizzata a mettere in croce gli uffici con il tanto tempo che devono perdere per recuperare in archivio il materiale». «E comunque - precisa il sindaco Cerini - Palazzo aveva già presentato la stessa richiesta e già il materiale gli era stato fornito».

E per finire, ricordando il passato che fu, il consigliere Palazzo chiede, attraverso una mozione molto ironica, che il consiglio comunale solleciti sindaco e giunta ad «organizzare una grande festa con un “premio bontà” da omaggiare l’ex Sindaco Livio Frigoli, alla sua ex Giunta e a tutti i Consiglieri Comunali che con il loro lavoro e voto favorevole hanno privato la città della stazione ferroviaria delle FNM dal centro di Castellanza». 

(Manuela Zoni)