Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

I borsisti ringraziano i loro donatori: festa a Villa Jucker

Ringraziare chi aiuta i giovani a proseguire negli studi, aiutandoli economicamente. La Fondazione Famiglia Legnanese, dopo il successo al Teatro Tirinnanzi durante la Giornata dello Studente, organizza ora una serata in villa Jucker per esprimere riconoscenza a tutti i donatori che dal 1983 hanno sostenuto gli studenti universitari e delle scuole superiori. E a farlo, saranno proprio loro, i borsisti, chiamati giovedì 3 maggio a premiare i loro donatori.

A volere l’iniziativa, con il presidente della "Famiglia" Gianfranco Bononi, è stato il presidente della Fondazione Mauro Mezzanzanica: «Sarà il primo momento dedicato ai donatori - afferma Mezzanzanica -, coloro che con impegno e generosità ogni anno ci aiutano a rendere possibile quell’appuntamento che organizziamo da oltre trent’anni con orgoglio: la Giornata dello studente. Sarà un’occasione di piacevole incontro e conoscenza per scoprire le prospettive e i nuovi progetti della Fondazione Famiglia Legnanese. A tutti loro daremo un premio scultoreo che, oggi, sarà un cilindro, dal prossimo anno un'opera d'arte creata da un borsista iscritto ad un corso d'arte»».

A condurre la serata di giovedì 3 maggio un ospite d'eccezione che, dal sociale alla scuola, è sempre attivo nella sua città: parliamo di Max Pisu. Il comico è stato coinvolto da Mezzanzanica «non per far ridere le persone, ma perchè ci piace la sua persona, sempre attenta al sociale».

Alla serata hanno aderito già una sessantina di donatori (su 100), compresi quelli che lo scorso anno hanno contribuito a concedere contributi per 232mila euro per un totale di 153 borse di studio. Ora però, l'obiettivo della Fondazione è raggiungere cifra 300mila e per farlo «cercheremo di emettere il bando prima delle vacanze in modo da raggiungere prima tutti gli studenti - spiega Mezzanzanica -. Una richiesta arrivata anche da università e scuole superiore, al cui rapporto ci teniamo». 

La Fondazione, dalla sua costituzione e sino allo scorso 2017, ricordiamo, ha assegnato 3.598 borse di studio pari a € 6.347.300. Dal 1993, 189 studenti con borse di studio della Fondazione hanno partecipato al programma Europa Socrates/Erasmus. 

(Manuela Zoni)