Servizi Sociali, accordo con il Tribunale di Busto per aiutare i cittadini

Giunge alla fase pienamente operativa lo sportello di volontaria giurisdizione attivato nella sede dei Servizi Sociali. E’ stato firmato ieri, 11 luglio, l’accordo di collaborazione tra Comune di Legnano e Tribunale di Busto Arsizio che introduce clausole dettagliate sulle azioni delle due istituzioni per una corretta gestione delle istanze. Hanno sottoscritto il documento il presidente del Tribunale, Miro Santangelo, e il segretario generale del Comune di Legnano, Enzo Marino.

«Nella fase di partenza - spiega in una nota stampa il Comune -  il servizio, gratuito, si avvale del supporto di alcuni avvocati dell’associazione Alia e della collaborazione di Anffas, che affianca il Comune nell’iter istruttorio delle pratiche relative alla protezione giuridica (predisposizione delle istanze, raccolta e verifica degli allegati, compilazione della modulistica)».

     Lo sportello consente agli utenti del territorio, senza recarsi in Tribunale, anche di ricevere informazioni, consulenza e orientamento su tutela, curatela, amministrazione di sostegno e altri istituti di volontaria giurisdizione. Grazie all’accordo, lo sportello avrà un canale dedicato per il deposito delle istanze presso la cancelleria del Tribunale con il quale sono state previste le modalità cartacea e telematica. Lo sportello si trova in via XX Settembre 30 ed è aperto il martedì fra le 15 e le 18 e il venerdì fra le 10 e le 13.

«Si tratta di un'iniziativa di particolare importanza - commenta il presidente del Tribunale, Miro Santangelo - in ordine alla  quale non può che esprimersi pieno apprezzamento per la sensibilità dimostrata dal Comune di Legnano in quanto, in un momento storico nel quale l'amministrazione della giustizia sceglie, in un'ottica di ottimizzazione delle risorse, di centralizzare il servizio la ineludibile esigenza di prossimità nel settore della volontaria giurisdizione non può che essere svolta dalle amministrazioni comunali».