Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

LEGAMBIENTE RICHIEDE UNA PIAZZA A MISURA DI PEDONE

"Dove sono gli interventi a tutela della sicurezza di tutti cittadini che percorrono il centro di Parabiago?" Si tratta della domanda formulata dal circolo di Legambiente che, attraverso una nota stampa, ricorda l'appello  lanciato all'Amministrazione poco dopo la tragica scomparsa del 67enne Felice Taverna (nella foto), deceduto a causa di un violento investimento in Piazza Maggiolini a Parabiago.


Non sono bastate le numerose comunicazioni e proposte inviate da Legambiente all'amministrazione comunale di Parabiago relative alla viabilità e alla mobilità ciclopedonale, per ottenere un segnale di considerazione e intenzione a migliorare e salvaguardare la sicurezza stradale.

Non è bastato nemmeno il tragico evento avvenuto lo scorso 26 febbraio in cui un cittadino ha perso la vita, investito da un automobilista pirata mentre attraversava la strada in Piazza Maggiolini. In seguito a questo triste incidente,in data 5 marzo, l'associazione ha inviato una lettera aperta al sindaco e agli assessori competenti, per ribadire le proposte di controllo del traffico, a cui è seguito nient'altro che silenzio assoluto.

Le proposte, ribadite più volte e formulate sulla base delle esigenze espresse dai cittadini stessi, prevedono l'introduzione di un limite di velocità di 30km/h nelle vie del centro con la disposizione di un dosso stradale artificiale,e, in formula sperimentale, il blocco del traffico nei giorni festivi. Come avviene in numerosi centri di città limitrofe.

Cos'altro deve accadere prima che l'amministrazione comunale si interessi alla questione, che si potrebbe definire semplicemente “sicurezza dei cittadini” e che si presume essere alla base di ogni politica, se nemmeno la tragedia di una vittima della strada è sufficiente ad ottenere qualcosa di diverso dalla totale indifferenza?

Vista l'importanza del tema, e l'esigenza a livello locale e nazionale di una mobilità sostenibile che metta al centro della progettazione delle infrastrutture non la circolazione delle auto, ma i bisogni delle persone, Legambiente circolo di Parabiago aderisce alla manifestazione nazionale “ Mobilità Nuova” che si terrà sabato 4 maggio a Milano.

Per chiunque fosse interessato il ritrovo è fissato alle 13,15 alla stazione ferroviaria di Parabiago.

Legambiente Circolo di Parabiago

(Gea Somazzi)

ULTIME NOTIZIE

VISUALIZZA TUTTI GLI EVENTI