Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità, se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.



LNP verso un campionato a 38 partite

  • LEGNANO
  • domenica 01 gennaio 2017
  • 961 Letture

Legnano mette nel mirino Tortona e l'ottava vittoria casalinga, riprendendo gli allenamenti, dopo 3 giorni di riposo. Domani, al PalaKnigts, la squadra si ritroverà al completo. Da verificare sempre le condizioni del polpaccio che sta procurando qualche fastidio a Frassineti.

Intanto, campionato di serie A2 sempre più in stile NBA: l'intento è eliminare i due gironi (Ovest-Est) e aprire la promozione in A1 a due squadre. Si è svolta, infatti, in questi giorni l’assemblea delle società di A2, convocata dal direttivo LNP, per rivedere il format del campionato. Tra i 26 delegati sui 32 club, il gm Maurizio Basilico che ci ha raccontato: «Il presidente Pietro Basciano ha confermato la volontà di puntare alle due promozioni in A dal 2017-18 nel tavolo a tre con FIP e Lega Basket che riprenderà i lavori dopo l’assemblea elettiva per la nomina del nuovo consiglio federale». 

La maggioranza delle società hanno espresso il desiderio di cambiare l'attuale format suddiviso gironi: «L’idea sarebbe quella di aumentare il numero delle partite, allungando la regular season  - afferma Basilico - che attualmente prevede soltanto 7 mesi scarsi (dal 2 ottobre al 22 aprile nel 2016-17) di attività agonistica. Sono diverse le piazze ambite dove andare a giocare. Esiste la volontà generale di avvicinarsi alla formula NBA, quindi un girone unico con 4 conference da 8. In questo modo la stagione non terminerà ad aprile ma sarà più lunga». Si realizzerebbe una stagione regolare da 38 partite, 14 di andata e ritorno contro le squadre della stessa Conference, più 24 a sorteggio tra casa e fuori con tutte le altre squadre della categoria. 

«Al momento - conclude Basilico - si tratta soltanto di ipotesi che andranno approfondite nel prossimo appuntamento collegiale in calendario a fine gennaio».