Quantcast

Elena Varallo e la Ginnastica Moderna Legnano, più che una storia

Si conclude da vice campionessa italiana la carriera agonistica della bravissima "farfalla". Adesso spazio alla laurea e all'insegnamento sempre in pedana

Legnano sport

Quel momento arriva per tutti, tutti gli atleti, ed è impossibile non versare neanche una lacrima. È il momento dell’ultima gara, quando dagli spalti noti gente che si alza, tifosi che intonano il tuo nome in coro, ma ad un tratto basta suoni, rumori e cori, vedi il battimani e tutt’intorno silenzio. Non ti resta che ascoltare solo il tuo cuore.
Lo stesso che si è dovuto tenere a bada ad ogni inizio gara, per una ginnasta ad ogni entrata in pedana.

Elena ha pianto eccome alla sua ultima gara, il Campionato Nazionale di Insieme Open disputatosi a Folgaria il 3 e 4 luglio, con le sue quattro compagne di squadra: un esercizio ai 5 cerchi magistrale. Momento splendido ad incorniciare una storia ed una carriera iniziate un po’ di tempo fa… Al “Kiss & Cry”, per l’ultima volta seduta su quelle poltroncine intonse, ha ricevuto tutto l’affetto delle sue compagne di squadra, insieme al calore del pubblico. Elisa Porchi, sua allenatrice da sempre, non ce l’ha fatta a raggiungere le proprie ragazze, gioiva ed insieme piangeva commossa dietro le quinte, troppa l’emozione. Elena ha chiuso in bellezza. Con un argento al collo: vicecampionessa italiana! Altro grande obiettivo per sé e per la “sua” società, la Moderna Legnano.

Andando un attimo a ritroso, ecco le tappe di questa bella storia.
Elena inizia a praticare ginnastica artistica nel settembre 2004 alla Pro Novara, parentesi molto breve, passa quasi subito alla Costanza Andrea Massucchi a Mortara dove fa le sue prime gare, viste le sue doti e un fisico non proprio da artistica, nel gennaio del 2009 viene indirizzata alla ginnastica ritmica. La sua prima società è la Pro Vercelli, una delle società più vicine, essendo lei di Novara. Anche qui la parentesi è breve, a luglio dello stesso anno partecipa a Cesenatico al Gymcamp estivo di ginnastica ritmica tenuto da Elisa Porchi, quella che da lì in poi diventerà praticamente la sua unica allenatrice. Sodalizio più unico che raro, fatto non solo di risultati, ma di stima reciproca, piena fiducia ed una carica d’affetto forte e trasparente in egual misura. Con Elisa passa per qualche mese dalla Ginnastica Rho.

A giugno 2010 infatti Elisa si trasferisce alla Moderna Legnano ed Elena con lei. Cammino che è durato fino ai giorni nostri… Difficile citare tutti i suoi traguardi, dagli Interregionali ai Nazionali. Tre in particolare non vanno dimenticati, la promozione in A2 con la sua società nel 2014, la fantastica esperienza durata quasi due anni nella Nazionale Italiana come Farfalla ed il ritorno in A1 di quest’anno. Ecco perché, chi da ex Farfalla torna da dove è venuta, nella società in cui è cresciuta, per continuare a competere con le proprie compagne, rimarrà sempre un portabandiera, “una capitana”. “Farà sempre parte della mia vita…” aveva esternato Elena in un’intervista alla squadra nazionale, riferendosi alla sua amata ginnastica.

In quest’ultimo periodo dopo aver appeso le mezzepunte “al chiodo”, sta preparando la tesi in Scienze motorie e contemporaneamente appena può, corre ad allenare le più piccole del settore Gold della Moderna, manco a dirlo.
Un’altra meta è vicinissima, la discussione di laurea, cui sta arrivando con un brillante curriculum. Questa ragazza ventiduenne non sa certo cosa voglia dire sprecare il tempo. Nel post laurea pensa già all’abilitazione per diventare allenatrice a tutti gli effetti e giudice. Difficile per chi come lei ha dato così tanto a questo sport, non respirare ancora la pedana. Lo farà da un altro punto di vista. Quindi, grazie Elena e buon proseguimento. Una Farfalla sa sempre dove volare…

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 23 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore