Quantcast

Ginnastica Moderna Legnano: vicecampione d’Italia a squadra

Il gruppo continua a stupire e nell’ultimo anno ha ottenuto risultati storici, prima l’argento nella scorsa edizione del Nazionale d’insieme con la squadra junior, poi il ritorno immediato in A1 ed ora nuovamente il secondo posto al Nazionale Open

Ginnastica Moderna Legnano: vicecampione d’Italia a squadra

Una volta giunti alla fine di un percorso, arrivando alla vetta, quando ci si trova nel punto più alto, non si può far altro che voltarsi, rilassarsi, respirare e guardare tutto il cammino compiuto fino alla meta.
Quello che ora le cinque ginnaste dell’Insieme Open della Moderna possono fare… Anche con un pizzico di ammirazione: per se stesse e la loro impresa di squadra. Giungono a Folgaria, la bellissima cornice trentina dell’Alpe Cimbra, sede della tre giorni dei Campionati Nazionali Assoluti e delle squadre Allieve, giovanili e Open di Ginnastica Ritmica, come campionesse regionali, risultato che ha dato carica ma che ha anche aumentato l’aspettativa e questo si sa non è mai positivo.

Galleria fotografica

Ginnastica Moderna Legnano: vicecampione d’Italia a squadra 4 di 4

Venerdì 2 luglio le hanno precedute in questa prestigiosissima gara le più piccole della società, le allieve, in pedana alle 5 Funi, Matilde Dellanoce, Viola Mantegazza, Matilde Nigro, Sofia Rosa ed Emma Salotto. Ottima la loro esecuzione, con una piccola sbavatura sull’ultima nota che le porta nella top ten nazionale. Chiudono none a 0,05 dall’ottava posizione, un battito di ciglia che non consente loro di giocarsi il titolo nella finalissima che da lì a qualche ora avrebbe eletto la miglior squadra allieve d’Italia. Resta comunque un grande risultato ed una importante conferma, per loro secondo piazzamento in pochi mesi nelle prime dieci in un campionato Nazionale dopo quello ottenuto a Desio nel Campionato Allieve.

Sabato 3 è la volta delle Open, Astrid Balzaretti, Dafne Bosisio, Rebecca Grazioli e Chiara Piazzese capitanate da Elena Varallo scendono in pedana con l’esercizio ai 5 cerchi, gara con coefficiente massimo di difficoltà, tra le 54 squadre partecipanti, sono molte quelle composte da ginnaste che militano nei massimi campionati. Non ci si può permettere di sbagliare, la finale a dodici in caso di errore diventa quasi impossibile e proprio la gara di qualificazione fa vittime illustri. Le ragazze della Moderna eseguono il loro esercizio in sincro, body bianchi e oro, cerchi dorati, ognuno con una frase della canzone che le accompagna. Dono prezioso di una mamma che amorevolmente ha ritagliato lettera per lettera. Ognuna ha il suo cerchio, ognuna la sua frase, ma insieme fanno una canzone. Sono corali, ineccepibili. Commuovono la platea sulle note di una melodia di Mr Rain.
Sono sorrisi al Kiss & Cry, oggi non si piange: 25,600 il loro punteggio di qualifica. È il miglior punteggio!
Nella qualificazione sono prime, grande gioia, ma si resta con i piedi per terra, l’obiettivo della finale è stato abbondantemente centrato ma domani è un altro giorno, si ricomincia tutto da capo, si riparte tutte da zero.

Domenica 4 la squadra della società legnanese entra in pedana come decima e rifà il botto. 25,650 per loro, balzano nettamente al comando quando mancano solo due team, una medaglia è già sicura. La gara quasi perfetta, fotocopia di quella di qualificazione è la dimostrazione della minuziosa preparazione tecnica che c’è alle spalle, ma anche della grande concentrazione e del valore delle ragazze. Sono state nella due giorni di gara le più lineari in assoluto. Al Kiss & Cry però stavolta sono le lacrime di commozione a farla da padrone, insieme a quegli abbracci serrati tra di loro e attorno al proprio Capitano, la D.T. Elisa Porchi arriva solo sul finale e con quella stretta non le vorrebbe più lasciare. Resta davvero poco spazio alle parole. Sono solo applausi dagli spalti, sono proprio piaciute. Mancano pochi minuti alla fine. Dopo la penultima squadra si resta in testa. Aurora Fano, ultima squadra in gara, non commette errori e chiude prima di neanche un punto. Un attimo di gelo tra il tifo, ma ci si riprende in neanche cinque secondi. Queste ragazze sono d’argento! L’argento in un Nazionale Open resta una meta più che ambita, spesso inarrivabile.

Ma Elena, Chiara, Rebecca, Dafne, Astrid se lo sono portate a casa sotto forma di medaglia, con il nastro tricolore.
“Risultato strameritato” chiosa il presidente Claudio Malamisura: “subito dopo la gara in molti si sono complimentati, molti si sono emozionati e ce lo hanno manifestato, la preparazione è stata minuziosa, ci tenevamo a fare molto bene perché sapevamo che probabilmente sarebbe stata l’ultima gara di Elena. Questo gruppo continua a stupire, cresce di gara in gara, e nell’ultimo anno ha ottenuto risultati per noi storici, prima l’argento nella scorsa edizione del Nazionale d’insieme con la squadra junior, poi il ritorno immediato in A1 ed ora nuovamente il secondo posto al Nazionale d’Insieme, questa volta Open. Difficile trovare un aggettivo…”.

Era l’ultimo appuntamento di stagione per la Ritmica, uno dei più importanti, secondo forse solo al Campionato di serie A e in entrambi i casi la società del carroccio ha festeggiato, prima la promozione, ora l’argento di squadra.
Per dirla in poche parole: What else?

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Luglio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ginnastica Moderna Legnano: vicecampione d’Italia a squadra 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore