Quantcast

Legnano Basket: “Siamo sempre qui” e l’aeroplanino del presidente Marco Tajana accende i motori

La società minimizza i progetti (il raggiungimento quest'anno dei playoff), ma c'è anche chi alza l'asticella degli obiettivi

Basket Legnano

Il Legnano Basket riparte dalla serie B, dopo aver sciolto l’amletico dubbio: rilancio oppure riduzione della attività solo a quella giovanile? La decisione di rilanciarsi in un campionato nazionale è stata spiegata dal presidente Marco Tajana durante il raduno della squadra al PalaBorsani di Castellanza.

Galleria fotografica

Basket Legnano 4 di 12

«Quando abbiamo deciso di rinnovare il nostro impegno – così Tajana – abbiamo altresì capito che avevamo bisogno di una “casa” in grado di ospitarci con tutta una serie di progetti e iniziative. Non ci ha aiutato nessuno nella ricerca (la ben nota richiesta di un palazzetto in città è sempre caduta nel vuoto da parte di qualsiasi amministrazione comunale, ndr) e così ce la siamo procurata noi, acquisendo la gestione del PalaBorsani».

Il presidente biancorosso non l’ha mai nascosto: «La gestione del palazzetto, il camp estivo e ogni altra attività qui svolta sono i nostri principali sostenitori nel finanziamento della prima squadra. Ci offrono possibilità economiche alla pari di sponsor assolutamente di prestigio». Una capacità organizzativa, ma soprattutto imprenditoriale,  queste dimostrate, non uniche nel panorama cestistico, ma di sicuro straordinarie per il nostro territorio.

A distanza dell’ultima conferenza un mese fa esatto, Tajana non cambia idea sull’obiettivo del progetto, il raggiungimento quest’anno dei playoff e poi, nel giro di 2-3 anni, un piano più… ambizioso, anche se nel  giro di tecnici e collaboratori, Silvio Saini, il “traghettatore” dalla serie C alla serie B, dice quello che tutti pensano, ma tacciono: «Quest’anno non ce n’è per nessuno!».

Con coach Riccardo Eliantonio, in effetti, la squadra, presentata da Maurizio Basilico, ha una base decisamente solida con Tommaso Marino, Marcos Casini, Sebastiano Bianchi, Janko Cepic, Edoardo Roveda e, Diego Terenzi, Giacomo Leardini, cui si aggiunge un gruppo di giovani guidato da Manuele Solaroli con diversi “Aba” come Leonardo Ferrario, Paolo Pisoni, Matteo Maioli, Mattia Darù, Alessandro Ferrario, Marcos Dell’Acqua, Matteo Bassani e Mattia Nespoli.

«Sotto la brace c’è ancora tanta cenere che brucia – la conclusione di Tajana – , ridiamo entusiasmo all’ambiente e torneremo a divertirci, sperando che da una capacità ridotta del palazzetto, oggi ferma a circa 600 persone tutte dotate di green pass, si possa arrivare almeno a mille spettatori. Allora, sì, voglio proprio vedere chi penserà di venire qui e  vincere».

In lontananza, ma nemmeno tanto, sembrava di sentire i motori del famoso aeroplanino salire di giri… mentre il sindaco Lorenzo Radice ricordava che «fa piacere riscontrare come anche lo sport e il basket in questo caso stanno aiutando il tentativo di rilancio della città sia con un progetto agonistico, sia come centro di aggregazione giovanile».

La prima uscita amichevole dei Knights è prevista a Cremona sabato 4 settembre, quindi a San Giorgio su Legnano domenica 5. Sabato 11, Supercoppa in gara unica a Vigevano. A settembre, si aprirà la campagna abbonamenti.

 

di direttore@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Agosto 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Basket Legnano 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore