Quantcast

Basket Marnate – Wiz Legnano 66-68

La squadra del presidente Azario espugna il campo della numero 1 del tabellone guadagnando l'1-0 nella serie

Legnano sport

Marnate – WIZ Legnano 66 – 68 (24-17) (30-38) (45-51)
MARNATE: Parietti 15, Arui 11, Pariani 11, Roppo 9, Cattaneo 7, Tonella 6, Florio 4, Croci 3, Augusto, Tiengo, Fiorini ne, Pogliana ne, All. Viola
WIZ: Hamadi 20, Spertini 12, D’Ambrosio M. 11, Riboli 8, Nuclich 6, Portaluppi 6, D’Ambrosio M. 5, Gastoldi, Pogliana, Ciapponi ne, Lodi ne, Radice ne. All. Ferrara

Come tre mesi fa. Con addosso la stessa tensione. Con dentro la stessa concentrazione. Rispetto al mese di marzo scorso cambia solo la posta in gioco: adesso si giocano i playoff. Dentro o fuori. E la WIZ Legnano, impegnata in gara-1 di playoff contro Marnate muove benissimo le sue pedine sulla scacchiera della post-season, e come tre mesi fa espugna il campo della numero 1 del tabellone guadagnando l’1-0 nella serie.

“Classica partita da playoff – dice Andrea Ciro Ferrara, coach di WIZ -, giocata in modo duro e spigoloso su ogni pallone per tutti i quaranta minuti da entrambe le squadre. Gara molto diversa sul piano del ritmo con Marnate che nel primo quarto trova sempre la via del canestro (24-17 per i padroni di casa), realizzando però canestri frutto del talento dei singoli e ad alto indice di difficoltà perchè, in realtà, sul piano dei duelli individuali ci siamo sempre stati. Infatti, non appena abbiamo preso meglio le loro misure, le performance offensive di Marnate sono calate, mentre la mia squadra sempre intensa e attenta ha ribaltato completamente il punteggio con un break davvero importante: 21 a 6 per noi tenendo benissimo i loro 1 contro 1 e controllando a dovere il gioco di Marnate sotto i tabelloni. Poi, nel secondo tempo, la gara è entrata a pienissimo titolo nel clima playoff, ovvero nell’atmosfera tipica del “control-game” in cui si centellinano tutti i possessi”

Non a caso i parziali dei periodi – 15 a 13 e 21 a 17 – raccontano di una gara molto equilibrata

“Confermo: la ripresa si è sviluppata tutta all’insegna dell’equilibrio e – continua il tecnico gialloviola -, noi siamo andati un po’ in affanno sulle rotazioni perchè abbiamo perso per infortuni due elementi  importanti come Portaluppi e Domenico D’Ambrosio. A questo punto ci siamo comprensibilmente rifugiati nella difesa a zona, schieramento che ha reso bene fino al 36° (WIZ ancora a + 8), quando Marnate, giocandosi il tutto per tutto realizza le triple che valgono la riapertura del match con Marnate che arriva fino a -3. Noi, però, nel “clutch-time” e in una gara ormai punto a punto, siamo stati bravi a non perdere la testa mantenendo sempre un piccolo vantaggio. Nelle battute conclusive facciamo punti preziosi dalla lunetta con Hamadi e Michele D’Ambrosio, mentre sul nostro +2 a 14 secondi dalla fine, Marnate tira “aperta”, ma questo giro la dea bendata ci premia e, al netto di qualche patema, chiudiamo comunque a braccia alzate per un 1-0 più meritato. Ed ora, in totale umiltà, andiamo verso gara-2 che, nei pensieri di tutti noi, vorrebbe essere quella del sogno”.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 06 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore