Quantcast

CMT Luino – WIZ Legnano 75 – 71

Sconfitta legnanese che, pur "tirata", è ampiamente giustificata dalle statistiche finali

Legnano sport

CMT Luino – WIZ Legnano 75 – 71 (19-20) (43-42) (55-57)
CMT: Pehar 24, Gardini 16, Del Bosco 12, Vescovi 11, Palazzi 7, Colombo 3, Conti 2, Bertani, Gubitta, Marotta, Saredi, Ciotti ne, All. Manetta.
WIZ: Spertini 22, Riboli 18, D’Ambrosio D. 9, Hamadi 9, Portaluppi 5, Radice 4, Ciapponi 2, D’Ambrosio M. 2, Gastoldi, Pogliana. All. Ferrara

“1001 modi per perdere le partite allo scadere. Manuale d’istruzioni e d’uso”. Sarebbe quasi uno scherzo, se non fosse tremendamente vero. Potrebbe assomigliare ad una cinica presa in giro, se non fosse incontrovertibile realtà.
La realtà di una squadra, WIZ Legnano ’91, che anche a Luino perde la quinta partita consecutiva negli ultimi secondi di gioco. Cinque “repeat” che hanno, tutti, storie diverse.

A Luino, ad esempio, sul 70-69 per i “Lakers” a 6 secondi e 3 decimi dal termine la formazione allenata da coach Ferrara usufruisce di ben due possessi per assicurarsi il referto rosa. Sul primo Hamadi fallisce il tiro, mentre sul secondo lo stesso Hamadi, dopo aver conquistato il rimbalzo offensivo si fa soffiare la palla dalle mani. Totale generale: fallo antisportivo e tecnico fischiati a Portaluppi con Luino che grazie ai liberi chiude addirittura largheggiando sul 75-71.

Questa la sintesi finale di un match in cui Legnano, ancora priva di un “totem” del calibro di Nuclich parte benissimo (3-17 al 5°) subisce il rientro luinese propiziato dalle triple frontali di Pehar: 12-17 all’8°. Dopo il primo quarto (19-20) WIZ prova a scappare ancora avanti (20-27), ma ancora una volta i tiri da 3 realizzati da Del Bosco e Palazzi riportano la gara in equilibrio (30-31 al 14°), mentre la “mitragliata” di Pehar (5/6 dall’arco) firma il vantaggio di Luino alla pausa lunga: 43-42.

Luino, finalmente, cala le percentuali mentre Legnano spreme tantissimo dall’ex-Spertini il quale, sui suoi canestri furoreggia per il 53-57 al 28°. WIZ tiene le redini della gara fino al 33°(57-62), ma la vitalità di Gardini rimette i padroni di casa sui binari firmando il nuovo vantaggio luinese: 66-64 al 36°. Da qui alla sirena si procede con mille errori e canestri centellinati, fino alla conclusione già descritta, ovvero un’altra partita nella quale WIZ fa un figurone, lotta alla pari nonostante le assenze, ma “alla cassa”, ancora una volta, sorridono gli avversari.

Sconfitta legnanese che, pur “tirata”, è ampiamente giustificata dalle statistiche finali perchè con 24/68 al tiro e, soprattutto, uno stridente 35 a 2 per il reparto lunghi di Luino (Pehar 24, Vescovi 11; Gastoldi, D’Ambrosio M. 2 e 0/7 dal campo) vincere è davvero difficile.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 10 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore