Quantcast

Una raccolta fondi per aiutare la famiglia del giovane annegato a Castellanza

A organizzarla è il neonato comitato genitori dell'Istituto Comprensivo Manzoni che invita a donare un'offerta libera di beneficenza da destinare ai parenti dell'ex alunno della scuola castellanzese

Generica 2020

Una raccolta fondi per aiutare la famiglia di Mouhamadou Niang, il giovane recentemente annegato nella vasca di depurazione a Castellanza. A organizzarla è il neonato comitato genitori dell’Istituto Comprensivo Manzoni che invita a donare un’offerta libera di beneficenza da destinare ai parenti dell’ex alunno della scuola castellanzese.

Le offerte potranno essere consegnate a scuola il  29 novembre: in questa giornata tutte le classi dell’istituto saranno visitate da un mago prestigiatore e da un membro del comitato: «Durante la visita – scrivono i genitori – regaleremo palloncini animati a tutti i bambini delle scuole primarie ed un palloncino per ogni classe di scuola media. In cambio vi chiediamo di preparare una busta con un’offerta libera di beneficenza da destinare alla famiglia di Mouhamadou Niang. Sarà nostra premura spiegare e rendere orgogliosi e partecipi i vostri figli della solidarietà».

Cade in una vasca di depurazione per recuperare la palla, 14enne annega a Castellanza

 

IL COMITATO – LA PRESENTAZIONE

Il Comitato dei Genitori nasce per realizzare una partecipazione democratica alla gestione della scuola stessa, dando ad essa il carattere di una comunità educante. La scuola è infatti centro di sviluppo sociale e culturale del territorio. Per questo è di vitale importanza poter collaborare in modo propositivo con essa nella determinazione delle scelte di obiettivi e valori. La scuola è formata da persone: alunni, docenti e genitori, personale amministrativo, stretti tra loro da un rapporto che si può definire proporzionale poiché tanto più la loro relazione è ottimale, tanto più sarà la riuscita scolastica dei minori. Ognuno nel proprio ambito, scuola e famiglia, mantengono una propria responsabilità educativa ma sono tra loro corresponsabili: all’interno di un rapporto di reciprocità, la scuola ha uno scopo istruttivo e la famiglia un obiettivo educativo. La famiglia andrà rafforzando a casa quanto proposto a scuola e viceversa a scuola si andrà a confermare l’educazione familiare. I punti di partenza sono quindi univoci e condivisi. Il Comitato dei genitori è una preziosa opportunità per fare tutto questo, per conoscere e far conoscere la scuola, per fare proposte in base alle proprie esigenze e aspettative, per costruire nel dialogo e nel confronto quell’insieme di regole di base che se condivise saranno il punto di partenza dell’esperienza scolastica. Per rendere efficace e produttivo questo dialogo occorre partecipazione: la vostra partecipazione! Da qui l’esigenza di condividere con voi la disciplina legislativa del ruolo del rappresentante dei genitori, da cui ripartire per verificare insieme quello che davvero possiamo fare con la nostra presenza attiva.

Nella sezione famiglie del sito dell’istituto è possibile trovare tutte le informazioni sul comitato

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore