Quantcast

L’ORGOGLIO DI 6 STUDENTI DOPO L’INCONTRO CON NAPOLITANO

In una lettera le emozioni dei sei studenti dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza che hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione dell'anno scolastico al Quirinale...

Riceviamo e pubblichiamo la lettera con le emozioni dei sei studenti dell'Istituto Maria Ausiliatrice di Castellanza che hanno partecipato alla cerimonia di alla cerimonia inaugurazione dell'anno scolastico al Quirinale, a Roma, con il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.


E’ incredibile pensare che per noi andare a suola è un diritto “scontato”, e a volte nemmeno apprezzato, mentre per ragazzi e ragazzi di altri paesi la scuola è un sogno lontano, irrealizzabile.

Questa la nostra stupita e amara riflessione mentre il presidente Napolitano parlava a noi ragazzi, radunati nel grande cortile del Quirinale, per la cerimonia dell’apertura dell’anno scolastico.

Eravamo lì dalle 14,00 (la cerimonia è iniziata alle 16.00 ed è continuata fino alle 18.30), ma non accusavamo nessuna stanchezza, nessuna noia, nessun senso di fastidio per l’attesa. Via via che il tempo passava sentivamo la ”fortuna” di essere lì, sentivamo crescere la gioia di essere in tanti di tutta Italia, di essere “insieme”, di essere studenti, di essere italiani.

Un’emozione grande, tanta energia, tanta felicità accompagnata dall’entusiasmo trascinatore degli importanti ospiti che ci hanno stupiti, commossi, divertiti.

23 settembre 2013: una data indimenticabile nella nostra storia di ragazzi di terza media.

Volevamo la foto e l’autografo del presidente Napolitano, siamo riusciti solo a fare una bella foto col presidente del Senato, Grasso. Come è diverso vedere dal vivo le massime autorità, vedere “le istituzioni”, sentire che sono persone che lavorano per noi!

E ci siamo fatti anche una bella foto con un magnifico corazziere. Non ha battuto ciglio, non ha detto una parola, non sappiamo come si chiama, quanti anni ha, di dov’è, ma è entrato anche lui nella nostra storia di ragazzi della Secondaria di primo grado “Maria Ausiliatrice” di Castellanza.

Poi ce ne siamo andati in tour per Roma. La sera e il giorno dopo accompagnati dai nostri prof Troisi e Torresan, che si sono dimostrati ottime guide, ma anche attrezzati di curiosità e informazioni  grazie alla nostra prof Ceresa che ci coinvolge nelle sue lezioni di arte .

Il Parlamento, piazza di Spagna, i giardini del Pincio, polmone della città, piazza di Spagna: Roma ci si è mostrata nella sua bellezza di città “eterna”, unica al mondo. Ed è nostra!

La “barcaccia” progettata dal Bernini e scolpita così che sembra stia affondando, ha suscitato la nostra curiosità mentre, inquietante e originale, ci ha colpito l’ossario dei monaci cappuccini del 1600.

Poteva mancare via Condotti con tutte le più famose marche? Certamente no. Ci siamo però accontentati di ammirarle dalle vetrine: non erano alla portata delle nostre tasche.

Grazie presidente Napolitano per questa fantastica iniziativa, grazie scuola: siamo tornati studenti più consapevoli e orgogliosi.

Giuseppe, Luca, Alessandro,Giulia, Regina, Greta – Classi 3 A e 3 B

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 26 Settembre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore