Unanime dispiacere per le dimissioni di Crepaldi

Dopo Berti, Vitali e Cattaneo anche il leader di riLegnano lascia l'aula consiliare...

(m.tajè) – Solo unanime dispiacere e un generale apprezzamento per il lavoro svolto. Così, ieri sera, lunedì 30 novembre, il consiglio comunale di Legnano, in maniera bipartisan, ha accolto la comunicazione delle prossime dimissioni di Davide Crepaldi, capogruppo e leader della lista civica riLegnano.

Crepaldi lascia la carica di consigliere comunale per problemi professionali che lo terranno a lungo lontano da Legnano. Gli subentrerà Federico Damiani.

Nel suo saluto Crepaldi ha sottolineato che lascia il consiglio "con orgoglio per aver contribuito a portare in questa aula, in questa città un nuovo modo di fare politica. riLegnano è solo un minuscolo ingranaggio di questo cambiamento, ma io sono orgoglioso di farne parte. Forse avremmo anche dovuto fare di più, forse anch'ìo ho avuto qualche mal di pancia, ma la politica è così, come la vita: complessa. Ci vogliono pazienza, delicatezza, idee, capacità di tenere a bada la propria pancia e accettare il massimo cambiamento possibile. Sono convito che riLegnano saprà continuare su questa strada, facendo sempre bene". 

Come detto, in aula, da maggioranza, minoranza e dal sindaco Centinaio stesso, solo manifestazioni di stima per Crepaldi, qui sotto in una immagine dell'esordio pubblico in città di riLegnano, nel settembre 2011.

Sul web, in mattinata, tanti commenti alla notizia e tra questi quello di Berti sul suo blog, leggi qui

"Ho portato con orgoglio la maglia giallo fluo, sono uno degli "inventori" di ciò che ha portato a RiLegnano – il commento in particolare di Stefano Quaglia (Per Legnano) – .Esprimo ancora la massima stima per Davide, spero che tante belle idee che abbiamo elaborato insieme diventino realtà, magari anche dopo il 2017. Un motivo in più per riportarlo a Legnano!".

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Dicembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore