Quantcast

La Lega Legnano immagina per Accam “un ruolo strategico nel ciclo integrato dei rifiuti”

I leghisti vedono anche con favore il coinvolgimento del Gruppo CAP, ma non deve essere l’elemento trainante di questa iniziativa

inceneritore borsano busto arsizio accam

Accusata dal Pd legnanese di immobilismo politico e di scarsa consapevolezza della gravità della situazione sulla vicenda ACCAM, la Lega Legnano Salvini Premier si cala “nel teatrino del botta e risposta, attraverso comunicati che servono unicamente ad allontanare i cittadini dalla politica” e conferma la sua posizione.

«Riteniamo doveroso l’intervento dei comuni dell’altomilanese che direttamente o attraverso le proprie municipalizzate devono partecipare al rilancio di ACCAM – l’inizio della nota -. Vediamo con favore il coinvolgimento del Gruppo CAP, che però non deve essere l’elemento trainante di questa iniziativa. Gli interessi dell’altomilanese si possono tutelare esclusivamente con una vasta partecipazione delle amministrazioni locali. Per AMGA si deve concretizzare l’opportunità di assumere un ruolo strategico nel ciclo integrato dei rifiuti. Il piano di sviluppo deve tendere a realizzare sui nostri territori un sito di eccellenza per il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti, investendo nelle migliori tecnologie e tutelando salute ed occupazione. Ribadiamo la nostra ferma convinzione che non arriveremo mai al “rifiuto zero” e che quindi avremo sempre bisogno di impianti per lo smaltimento degli stessi. Ovviamente auspichiamo un futuro che consenta alla nostra società di ridurre il volume di rifiuti prodotti e di incrementare la capacità di riciclo dei materiali».

«La nostra è un area estremamente sviluppata, non possiamo pensare di dipendere dal altri, rischiando di rimanere vittime, nel medio termine, di un mercato che non smetterà mai di avere bisogno di siti per il trattamento dei rifiuti. L’impegno deve essere costante e indirizzato verso l’ottenimento di risultati eccellenti attraverso una gestione efficiente e manageriale» sempre il pensiero della Lega che, in conclusione, ricorda all’attuale governo della città che «l’onere di prendere decisioni oggi spetta a voi, non potete nascondervi scaricando responsabilità sull’opposizione. Se non siete in grado di farlo, basta alzare la mano e farsi da parte. Noi abbiamo idee chiare, capacità e competenze sufficienti per garantire un futuro ad ACCAM e soprattutto a Legnano. A voi adesso spetta il dovere di prendere una posizione, dichiarandola in maniere chiara ed esplicita. Tra cinque anni cosa ci sarà in quel di Borsano? Un prato verde o un sito per lo smaltimento dei rifiuti?».

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 08 Marzo 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore