Quantcast

Brumana replica alla maggioranza sulle commissioni: “Il vostro comunicato, manifestazione di alterigia e di arroganza”

Il leader del Movimento dei cittadini contesta la coalizione al governo sul rapporto tra il presidente della commissione e l’assessore che sembra essere più di servizio ed escludere invece una funzione critica

Consiglio comunale Lorenzo Radice

E’ dettagliata quanto una arringa in tribunale la risposta dell’avv. Franco Brumana al comunicato della maggioranza sul tema delle presidenze consiliari concesse alle minoranze e subito definito una “manifestazione di alterigia e di arroganza, ma soprattutto fuori luogo, perché era stato superato dagli eventi“.

Maggioranza e presidenze commissioni “straordinarie”: “Nessuna poltrona di serie B, ma ruoli fondamentali”

«Su richiesta del Movimento dei cittadini – spiega Brumana – i candidati alle presidenze hanno espresso prima del voto le loro intenzioni e ogni commissione ha compiuto una scelta in autonomia, senza essere vincolata da ferrei accordi preesistenti. Ho così addirittura votato qualche presidente proposto dalla maggioranza e ho proposto Franco Colombo alla presidenza della commissione sanità perché lo ritengo una persona stimabile e competente , essendo un medico di base attenti alla medicina territoriale. La candidatura e’ giunta inaspettata dallo stesso Franco Colombo, rassegnato a sottostare ai voleri del PD. La commissione lo ha eletto anche con i voti di una parte della maggioranza».

«La diatriba sulle commissioni poteva essere così ritenuta felicemente conclusa – continua l’avvocato – , ma il PD e le liste connesse non hanno gradito il rifiuto della spartizione e si sono indispettiti al punto da predisporre uno stizzoso comunicato congiunto. Se avessero potuto lo avrebbero diffuso a “reti unificate” (…). Questo comunicato richiama alla mente i comunicati dei partiti al potere nelle cosiddette democrazie popolari prima della caduta del muro di Berlino. Fortunatamente il contesto è diverso ed i dissenzienti non devono temere di essere incarcerati per sabotaggio. Il riferimento al periodo, che richiede una grande unità, è simile alle motivazioni delle condanne dei dissidenti nelle democrazie popolari».

Comunque, Brumana lo scrive a chiare lettere, il Movimento dei cittadini e’ pronto a collaborare sui provvedimenti riguardanti la pandemia e, nello stesso tempo, a negare che esiste un cartello delle minoranze. E poi la questione delle… questioni di ”serie B “ riferite a quelle trattate dalle commissioni dello sport e della salute per le quali la maggioranza aveva offerto la presidenza.

«In verità – la spiegazione del leader del Movimento dei cittadini – questa opinione appartiene al PD e alle sue liste, che hanno dichiarato che le presidenze in offerta erano solo quelle delle commissioni sport e salute , che evidentemente per loro occupano gli ultimi posti nella classifica delle commissioni. L’espressione “serie B”, di cui non si rammenta l’utilizzo (in effetti è stata usata dalla nostra redazione come una provocazione giornalistica e poi ripresa nel comunicato della maggioranza, n.d.r.) , avrebbe comunque un senso se venisse riferita a tutte le presidenze delle commissioni , che hanno una funzione essenzialmente consultiva e che sono condizionate dai voti preponderanti della maggioranza. Il Pd e le sue liste hanno dichiarato che i presidenti delle commissioni dovrebbero avere solamente il compito di chi “ è chiamato a lavorare a fianco degli Assessori” Anche questa parola e’ stata scritta con l’uso autoreferenziale della maiuscola. Esprimono quindi chiaramente che il rapporto tra il presidente e l’assessore debba essere di servizio e dovrebbe escludere una funzione critica».

La chiusura manifesta un dispiacere dell’avvocato perchè «non è stata data risposta alla richiesta del Movimento dei cittadini di una commissione di indagine sul disastro di ACCAM , che ha causato gravi perdite patrimoniali al nostro comune e sulle responsabilità connesse. Insisteremo quindi sulla richiesta di questa e di altre commissioni di controllo e garanzia, che a nostro avviso non ha una rilevanza propagandistica ma “Politica”, con la “P” maiuscola, come piace scrivere alla maggioranza».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 22 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore