Crisi CNH – FPT Industrial di Pregnana, Borghetti: “Preoccupazione e stupore”

Il vicepresidente del consiglio regionale lombardo esprime la sua solidarietà ai lavoratori dell'azienda di Pregnana

La notizia che Cnh / Fpt Industrial voglia assumere 10 nuovi operai a Pregnana Milanese, proprio nello stabilimento che ha annunciato di voler chiudere, ha fatto ovviamente rumore. I primi a denunciare il fatto sono stati i sindacati, che hanno definito la situazione assurda e paradossale. Oggi invece è la volta del consigliere regionale Carlo Borghetti (Partito Democratico).

[pubblicita] «Esprimo tutta la mia preoccupazione e lo stupore per quanto sta accadendo alla CNH di Pregnana Milanese – dichiara il vicepresidente del Consiglio Regionale Borghetti – Mentre sindacati e dipendenti sono impegnati per evitare la chiusura del sito e il trasferimento della produzione a Torino, l’azienda assume 10 nuovi lavoratori in somministrazione a causa dell’aumento dei volumi produttivi per nuovi ordini. Questo fatto certifica come il sito di Pregnana non sia uno stabilimento in crisi, anzi, e quindi appare sempre più incomprensibile il piano presentato dall’azienda. Ribadisco quindi la mia richiesta al presidente della Regione Fontana e al ministro Patuanelli: le istituzioni devono intervenire rapidamente con tutti gli strumenti a loro disposizione per evitare che la situazione sfugga di mano e che un importante stabilimento produttivo venga abbandonato con il rischio di esuberi e di pesanti danni all’indotto e al tessuto socio-economico del nostro territorio».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 07 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore