Quantcast

FUORI I SANTINI DALLE CHIESE!

Un lettore polemizza sul modo "poco ortodosso" di fare campagna elettorale - Vitali e il PdL: "Ci scusiamo per il troppo entusiasmo dei nostri giovani attivisti, ma denunciamo anche chi troppo spesso si appella alla legalità e poi è il primo a infrangere le regole"...

Gentilissimo Direttore,

il count down delle elezioni è iniziato e purtroppo, oggi, nel 2012, a pochi giorni dalle elezioni si devono vedere scene pietose che non fanno altro che peggiorare un’immagine di Politica che è già di per sé affossata e forse sull’orlo del baratro.

Sabato tardo pomeriggio ho avuto modo di ammirare i “supporters” del PDL (e non ho problema a citare il partito, anche perché sono un loro “votante”) esprimersi in un gesto altamente deprecabile: l’assalto dei fedeli fuori da messa!

Per correttezza devo dire che erano presenti anche altri gruppi politici in piazza che facevano la loro campagna con tutta tranquillità e con garbo, ma devo dire (e lo voglio dire perché ho sempre votato PDL) che mi sono vergognato che il gruppo politico in questione si sia ridotto all’assalto vero e proprio.

È vero che l’antico proverbio legnanese recita “Quando la careta la tira pü, sa rivolgian tüti al buon Gesù”, però v’è modo e modo di fare proselitismo… Ho avuto modo anche di vedere alcuni giovani del partito che sono addirittura entrati in Basilica con i volantini (e santini) elettorali.

Mi sorge una domanda: in campagna elettorale i candidati pensano a ciò che fanno e alle conseguenze delle loro azioni o delle azioni dei loro “supporters”? Mancano pochi giorni alle elezioni e grazie a Dio tutta questa buriana finirà presto.

Mi auguro solo che alle prossime elezioni non si debba più assistere a scene di questo genere, ma soprattutto che si ritorni ad avere un po’ di sano buon gusto evitando di fare della politica uno show… magari invece di fare tanto spettacolo, non è il caso di occuparsi seriamente della città e produrre programmi elettorali che non siano solo fumo?

Lettera firmata


Gentile Direttore,

Mi sembra doveroso condividere con i suoli lettori un commento sulla questione sollevata da un sedicente elettore PdL (personalmente ne dubito, data la sua scelta di restare nell’anonimato) a proposito dell’assalto alla Basilica (limitatosi al volantinare sul sagrato).

Gli artefici di questo comportamento  sono stati alcuni dei nostri più giovani militanti, che sono stati immediatamente richiamati e redarguiti. Chi frequenta le messe e le chiese legnanesi vede da tempo da parte di altri comportamenti ben più scorretti con santini anche all’interno, appoggiati di fianco alle immagini sacre.

Se il troppo entusiasmo rischia di far diventare irrispettosi, è giusto scusarsene e mi sento di farlo: se i nostri ragazzi, un po’ inesperti, ma mossi dalla loro passione sono stati troppo impetuosi, me ne scuso. Ma confido nella comprensione degli adulti.

Però, qualche altra considerazione a proposito di correttezza va fatta.
Da cattolico, mi spiace un po’ che il suo anonimo lettore, che fa riferimento al buon gusto, non si senta offeso da posizioni che al cattivo gusto aggiungono elementi ben più gravi in termini di contenuto, professate da chi usa la chiesa locale e il rispetto per la vita in modo assolutamente strumentale alla campagna.

Da cittadino comune, poi, mi stupisco di come tanti paladini della correttezza e della legalità, in campagna elettorale scientemente non rispettino la legge, per esempio circolando spocchiosamente in zone vietate, facendo comizi non autorizzati, parcheggiando i grandi camion in aree proibite, solo per guadagnare un po’ di visibilità.

Scrivo tutto questo con rammarico: per chi come me è impegnato da anni in politica e sul territorio, sarebbe davvero più interessante il confronto e il giudizio sui contenuti delle proposte  dei programmi elettorali. Ci spero ancora, per questi ultimi giorni di campagna, perché la meschinità di certe questioni non può che far sprofondare nella delusione e nell’apatia i nostri cittadini, che invece oggi più che mai hanno bisogno di risposte, di chiarezza e di concreta speranza. 

Lorenzo Vitali

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 01 Maggio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore