Quantcast

Palio: a maggio la decisione definitiva della festa

Lo ha deciso il Comitato nella riunione di ieri, venerdì 23 aprile. Legnano non vuole rinunciare alla sua festa anche per una ripartenza di tutta la città

Palio di Legnano 2019 la vittoria di San Domenico   1

Sarà maggio il mese della scelta definitiva sulla disputa o meno del Palio il 19 settembre. La scadenza temporale ultima è stata ufficializzata ieri sera nella riunione del Comitato Palio, in cui è emersa da parte di tutti la voglia di ripartire con la manifestazione più importante della città sapendo, realisticamente, di attraversare ancora un momento di incertezza estrema dovuta alla pandemia.

Nella riunione è stata illustrata anche la situazione del budget, che vede al momento, nonostante i tagli già decisi, uno sbilancio di circa centomila euro (tra i mancati incassi allo stadio per la capienza ridotta e il minore apporto degli sponsor).

«L’amministrazione, nonostante le incertezze, farà la sua parte confermando il contributo dato ogni anno alla manifestazione –dice il sindaco Lorenzo Radice- . Adesso serve uno sforzo per cercare nuove risorse. Quello che chiediamo alla città è di sostenere il Palio: quello di quest’anno non è un Palio di serie B, ma semplicemente un Palio diverso, sia per la corsa sia per gli eventi culturali e storici. In ogni caso vogliamo fare in modo che sia un Palio unico, un Palio che ci ricorderemo a lungo. Comprendiamo perfettamente la situazione critica attuale, ma sostenere questa manifestazione e permettere alle contrade di risollevarsi significa rispondere a un bisogno di ripartenza della città che passa anche dal Palio».

«L’appello che lanciamo agli sponsor e ai donatori, è di sostenere una manifestazione che è una delle espressioni più caratteristiche della nostra città –dichiarano il Gran Maestro Giuseppe La Rocca e il Presidente della Famiglia Legnanese Gianfranco Bononi -. Il Palio rende unica Legnano; in un frangente di difficoltà è il momento di dimostrare l’attaccamento alla nostra storia, alle nostre tradizioni e a un mondo, quello delle contrade, che ha un’enorme valenza sociale per la nostra città».

Il Comitato ha scelto l’immagine ufficiale del Palio di quest’anno, tra le proposte già elaborate nel 2020 e illustrate dal Cavaliere del Carroccio Riccardo Ciapparelli. Sono state inoltre confermate le manifestazioni per l’ultimo fine settimana di maggio, quello che avrebbe dovuto vedere lo svolgimento canonico della manifestazione.

«Porteremo il Carroccio in Piazza e, compatibilmente con quello che la situazione pandemica permetterà,
vorremmo farlo conoscere e apprezzare con visite guidate –spiega l’assessore al Palio Guido Bragato–, mentre in altri punti della città sarà creata l’atmosfera paliesca con bandiere di contrada e immagini. Non sarà un palio a pieno regime quest’anno, ma di certo è un palio che torna a muoversi. E questo è di grande importanza per Legnano».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 24 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore