Quantcast

Igiene e sicurezza, così sceglieremo il ristorante con il covid

E' quanto emerso dal sondaggio dei ristoratori dell'Alto Milanese - Non piace però il divisorio in plessiglax

Hanno risposto in 4mila al sondaggio promosso dai ristoratori della rete del Buon Gusto dell'Alto Milanese per capire come aprire in sicurezza dal prossimo 1 giugno

[pubblicita] Il 54% degli utenti sceglierà il ristorante in base alle garanzie sanitarie, il 39% in base ai piatti proposti, solo in pochi saranno influenzati dal prezzo. Gli intervistati sono consapevoli dell'aumento dei costi in caso di servizio delivery (il 64%), incremento che vale anche per i costi del servizio di ristorazione impegnato anche economicamente a garantire la sicurezza nei locali (il 72% è consapevole di questo possibile aumento)

Solo il 34% degli intervistati andrà al ristorante come prima, il 18% userà molto di più il delivery, il 50,4% sarà più attento alle distanze e il 55% all'igiene. Il 32% delle persone che hanno risposto al questionario ha invece dichiarato che andrà meno al ristorante.

Non piace molto l'idea di inserire le barriere in plessiglax tra le postazioni: il 72% si è detto favorevole a questo dispositivo di distanziamento, mentre il 61% delle persone si è detto indifferente alla presenza di un cameriere con guanti e mascherine e l'89% degli intervistati è favorevole alla misurazione della febbre in entrata e alla gestione su due turni per garantire meno assembramenti (82%)

Piace la proposta del menù digitale da consultare sul cellulare (82%) e quella di fornire le preferenze al momento della prenotazione online (66,7%). Dopo la riapertura il 47% degli intervistati andrà avanti ad usare il servizio di delivery, il 40% il takeway. 

di valeria.arini@legnanonews.com
Pubblicato il 30 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore